MENU
Chiudi
31/07/2018

Strisce blu, slitta il bando e arriva la quarta proroga

Il Centro

La stazione unica appaltante della Provincia accumula altri ritardi sulla gara Il vice sindaco Tacchetti sbotta: «Così non si va avanti, pronti a fare altre scelte»
di Luca Venanzi ROSETO Il bando di gara per i parcheggi a pagamento di Roseto non è pronto e il Comune è costretto a prorogare di altri due mesi per la quarta volta. L'affidamento in gestione fino al 31 dicembre 20020 dunque, almeno per ora, salta e a rimetterci sono ancora i cittadini che, per l'ennesima volta, non possono fare abbonamenti trimestrali e annuali. La storia del bando per i parcheggi a pagamento, infatti, inizia a gennaio 2018, quando il Comune di Roseto sottoscrisse una proroga per due mesi, gennaio e febbraio, tra le polemiche dei consiglieri d'opposizione perché, secondo loro, ci sarebbero state «operazioni poco chiare». Si arriva dunque a fine febbraio, ma di bando nemmeno l'ombra, e allora altra proroga fino al 31 maggio. Il Comune di Roseto sperava che entro giugno fosse pronto, ma la stazione unica appaltante della Provincia incaricata di redigere il bando, a causa del personale risicato e del cambio dei responsabili, non ha fatto in tempo, annunciando di impegnarsi per far sì che il bando fosse pronto almeno per la fine di luglio. Altra proroga dunque per i mesi di giugno e luglio, con conseguenti disagi per cittadini obbligati a fare solo l'abbonamento mensile, pur con agevolazioni rispetto allo scorso anno (15 euro anziché 35). Ma il bando non è pronto neanche adesso e il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Simone Tacchetti , sta pensando al cambio della stazione unica appaltante. «Non possiamo aspettare più», dice Tacchetti, «mi auguro che questa sia l'ultima proroga nella speranza che per fine settembre sia pronto questo benedetto bando. Per fare ciò, però, stiamo valutando di cambiare stazione unica appaltante, anche perché tante altre cose sono ferme al palo». Il vicesindaco si riferisce, in particolare, al piano regolatore e al project financing sull'illuminazione pubblica, oltre a qualche altro bando. «Ci sono tanti bandi in essere e, se continuiamo così», precisa Tacchetti, «rischiamo di finire la legislatura senza aver concluso nulla. Anche il project sull'illuminazione, per esempio, è un'urgenza per la città, così come il piano regolatore». Sul bando dei parcheggi a pagamento, dunque, si abbasserà ulteriormente la cifra (erano 182 mila euro per due anni e cinque mesi) con il rischio di ulteriori proroghe fino a dicembre. Inoltre pare, secondo le segnalazioni di molti cittadini, che ci siano problemi con l'app "easypark", ma Gianluca Di Francesco , responsabile della società che gestisce attualmente i parcheggi a pagamento di Roseto, assicura che è tutto funzionante.

Foto: Slitta ancora il bando per i parcheggi a pagamento di Roseto

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore