scarica l'app
MENU
Chiudi
09/06/2019

Strisce blu, a settembre si cambia

Il Gazzettino

In lavorazione però c'è una delibera che dimezza le aree in cui è diviso il centro città in base alle residenze
VIABILITÀ
MESTRE Il nuovo bando non c'è ancora e non arriverà prima di settembre ma quando verrà varato sarà una ulteriore rivoluzione per i parcheggi, perché cambieranno i perimetri delle aree nelle quali è stato diviso il centro della terraferma in base alle residenze; le aree verranno ridisegnate e diminuiranno di numero.
Il bando per gli abbonamenti ai posti auto sulle strisce blu, intanto, è stato prorogato di sei mesi e molti mestrini stanno protestando perché dall'anno scorso stanno aspettando di poter acquistare un nuovo abbonamento. C'è chi ha il garage ma ha la seconda auto in famiglia e quindi ha bisogno anche di uno stallo, c'è chi è venuto a vivere a Mestre da poco e non sa dove mollare la macchina e via così, con molti atri casi in attesa di giudizio.
In piazzale Cialdini da qualche giorno gli uffici di Avm comunicando che il bando riservato ai residenti per quest'anno non si farà, e così ci sono centinaia di persone che ogni giorno rischiano la multa o che devono pagare un patrimonio per parcheggiare l'auto.
PROROGA DI 6 MESI
L'assessore alla Mobilità Renato Boraso ad inizio anno aveva assicurato che per aprile il bando sarebbe stato pronto ma il fatto è che nel frattempo è intervenuto il nuovo sistema di smart parking, quello che consente di trovare un posto grazie all'applicazione scaricata sul cellulare, di pagarlo e anche di prorogare la sosta o di mettere nel salvadanaio virtuale i soldi risparmiati se si abbandona il posto prima del tempo prenotato.
«I sensori negli stalli e il nuovo sistema di pagamento, con l'app o con il parchimetro, hanno cambiato le abitudini di molti residenti, inoltre il sindaco Brugnaro giustamente vuole che il nuovo bando preveda pure la possibilità di concedere abbonamenti a chi si muove per lavoro, professionisti e commercianti soprattutto - spiega l'assessore Boraso -. Per cui stiamo preparando la nuova delibera per varare il bando ma, per definirla al 100%, aspettiamo anche i primi dati sullo smart parking, per cui sarà pronta e approvata entro luglio. Poi ad agosto è impossibile varare il bando perché metà gente sarà in ferie, e quindi lo faremo a settembre ma per allora contiamo di dare ai cittadini un servizio molto più agile ed efficace».
Oltre ad inserire nel bando la possibilità di dare gli abbonamenti a professionisti commercianti e loro dipendenti, cambierà dunque anche la perimetrazione delle aree in cui sono raggruppati attualmente i parcheggi a strisce blu.
«L'unica cosa che non cambierà sarà la tariffa, perché non l'aumenteremo e riproporremo il sistema attuale - spiega ancora l'assessore - mentre invece cercheremo qualche posto in più per soddisfare appunto le esigenze di chi parcheggia per lavoro»
NUOVI CONFINI
Per quanto riguarda le aree in cui si può parcheggiare a seconda del colore del tagliando di abbonamento, che corrisponde alla zona in cui si abita, attualmente è diviso in otto zone. «E sono decisamente troppe, è complicato per i residenti parcheggiare, per cui stiamo lavorando per ridurle più o meno della metà».
In tal modo, allora, ci saranno aree molto più ampie e per ognuno sarà possibile parcheggiare in molti più stalli di quelli ce ha a disposizione oggi. Non si rischia di creare confusione? «Dalle valutazioni che abbiamo fatto succederà il contrario, anche perché, dopo l'apertura delle Ztl, è cambiato pure il modo di circolare in centro, per cui semplificheremo la vita alla gente. E, al contempo, con la revisione delle aree di sosta, riusciremo a recuperare più parcheggi da destinare a chi li utilizza per lavoro vicino al proprio negozio o al proprio studio».
Elisio Trevisan
© RIPRODUZIONE RISERVATA