scarica l'app
MENU
Chiudi
20/12/2018

Stretta sulle gare con due massimali

Il Gazzettino

La legge di bilancio interviene anche sulle norme in materia di appalti, che il governo voleva affrontare con il decreto semplificazioni. Era seguita poi una marcia indietro a che a seguito delle perplessità degli addetti ai lavori. Ora un emendamento alla manovra concordato tra Lega e M5S stabilisce che per l'anno 2019, «nelle more di una complessiva revisione del codice degli appalti», sarà per la pubblica amministrazione possibile affidare lavori senza gara d'appalto dai 40mila ai 150mila euro. Tra i 150mila e i 350mila euro, sarà invece possibile procedere «previa consultazione di tre o più operatori economici». Nel vertice di domenica, su proposta della Lega, si era ipotizzata una soglia fino a 200 mila euro, ma poi i Cinquestelle hanno frenato e la misura è stata limitata al 2019.