scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
18/08/2021

Stretta sui monopattini si potrà andare col casco e solo se maggiorenni

L'Arena di Verona

NUOVA MOBILITÀ Procede il bando comunale mentre viene presentata una proposta di legge alla Commissione Trasporti della Camera. L'intervento di Zanotto
Nuove regole per sosta e limiti di velocità, anche Verona si adegua «In un paio di mesi l'iter dovrebbe essere concluso e partirà il servizio»
Mettere ordine nella jungla urbana dei monopattini. È l'obiettivo della commissione Trasporti alla Camera al lavoro su una proposta di legge ad hoc che punta a mettere un freno ai comportamenti selvaggi di questi mezzi, amatissimi da giovani e meno giovani, veronesi e turisti. Un tema su cui il Comune è intervenuto più volte, prima con un decalogo per normare l'utilizzo di questi mezzi e poi con un bando ad hoc per disciplinare il servizio di sharing. I quesiti Scaduto a maggio, ha riscosso un buon successo di partecipazione e le domande pervenute sono attualmente al vaglio della commissione giudicatrice: tra settembre e ottobre, la gestione e l'utilizzo del monopattino elettrico in modalità sharing avranno nuove regole. Il bando, infatti, già contiene alcuni dei provvedimenti cui la commissione Trasporti sta lavorando e che riguarderanno l'uso di questi mezzi elettrici, che siano a nolo o di proprietà. Le linee essenziali della proposta di legge ad hoc allo studio in queste settimane riguardano, tra le altre, l'obbligo del casco, limiti di velocità e la maggiore età per usare quello che è diventato in un anno mezzo - da poco prima dell'emergenza Covid - il primo veicolo della sharing mobility in Italia. Lo sharing Inoltre, proprio in relazione ai servizi di sharing, l'orientamento della commissione sembra quello di permetterne l'attivazione soltanto a fronte di una delibera della giunta comunale che deve prevedere comunque una serie di paletti che dovranno essere rispettati. Di recente c'è stato anche un incontro al ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili tra tecnici e rappresentati dell'Anci e delle aziende di noleggio. Sul tavolo proprio la necessità di mettere ordine, con l'obiettivo di una maggiore sicurezza sulle strade e di non ritrovarsi città in ostaggio dei monopattini. «L'interesse verso il bando c'è stato, come dimostrano le domande che ora sono al vaglio della commissione giudicatrice. In un paio di mesi l'iter dovrebbe essere concluso e dunque il nuovo servizio diventerà effettivo. A quel che sembra, anche se la legge è ancora allo studio, i nuovi provvedimenti non sembrano in grado di inficiare la validità delle nostre direttive in merito al bando. Vedremo più avanti se al netto delle modifiche introdotte dal ministero ci saranno da introdurre modifiche», spiega l'assessore alla Viabilità Luca Zanotto. Il bando «Uno dei distinguo potrebbe essere il casco obbligatorio ma non dovrebbe incidere sul bando in sé ma solo sulle modalità di utilizzo del mezzo», analizza Luca Zanotto.Rispetto all'attuale situazione, il bando prevede la garanzia di certezza sull'identità degli utenti che potranno registrarsi solo tramite Spid o carta d'identità. Nuove regole anche per la sosta, valide anche per chi viaggia sui monopattini privati, con luoghi dedicati. Ancora, i mezzi saranno geolocalizzati e impostati per rallentare autonomamente a passo d'uomo (fino a sei chilometri all'ora) nelle vie pedonali sia in centro che nei quartieri. Complessivamente, i mezzi a noleggio saranno dai novecento ai millecinquecento al massimo di tre compagnie diverse.A livello nazionale, i monopattini elettrici sono esplosi come mezzo in condivisione (e non solo, visto che in molti già ne possiedono uno privato) da un anno circa. A Verona, tra le prime ad aver attivato l'utilizzo condiviso in fase sperimentale anche prima. Nel 2020 sono stati compiuti 7,4 milioni di noleggi in monopattino e percorsi 14,4 milioni di chilometri; rispetto al 2019, è aumentata la durata (12,1 minuti) e la distanza dei noleggi, un chilometro e ottocento metri. Ora la fioritura incontrollata di questi mezzi legge riporta alla necessità di una regolamentazione alla loro circolazione..