scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
11/08/2021

Strade provinciali più sicure: 415mila euro per rifare le strisce

Gazzetta di Mantova - Sandro Mortari

Ok al progetto esecutivo, può partire la gara d'appalto: lavori previsti tra settembre e dicembre il piano di manutenzione Tra le arterie senza riga c'è anche l'Ostigliese le immagini
Sandro MortariSiamo nel pieno dell'estate, ma il tempo passa velocemente e, dunque, è bene prepararsi all'inverno. La stagione in arrivo di nebbie e gelo (anche se i cambiamenti climatici in corso direbbero il contrario), richiede la massima attenzione degli enti, come la Provincia, preposti alla sicurezza stradale. Ecco che Palazzo di Bagno si è mosso per tempo approvando il progetto definitivo ed esecutivo per il rifacimento della segnaletica orizzontale (le righe di mezzeria e le zebrature) su dodici strade provinciali, deterioratasi a causa del traffico continuo e degli agenti atmosferici. I soldi stanziati per questo intervento ammontano a 415mila euro: con i ribassi d'asta si riuscirà a intervenire anche su altre quattro strade. A questo punto va aperta una parentesi. Nel decreto presidenziale si legge che «è stato necessario rivedere» il progetto approvato a marzo perché non c'erano i soldi necessari per realizzare tutti i lavori previsti. E così, dai 700mila euro iniziali si è scesi a 415mila, quelli disponibili. A questo punto, si è dovuto scegliere dove intervenire e la Provincia ha dato la priorità alle strade di maggior traffico «la cui segnaletica orizzontale - si legge nella relazione tecnica che accompagna il progetto - a causa dell'elevato numero di veicoli in transito, necessita di un rifacimento pressoché annuale».E così adesso si interverrà su queste dodici strade provinciali (esclusi i tratti che attraversano i centri urbani, la cui competenza, anche per quanto riguarda la segnaletica orizzontale, è dei rispettivi Comuni: strada provinciale 19 Dei Colli, 54 Borgoforte-Bagnolo San Vito, 1 Asolana, 30 Mantova-Roncoferraro-Villimpenta, 17 Postumia, 49 Suzzara-Pegognaga-Quistello, 47 Moglia-Reggiolo, 482 Alto Polesana, 567 De Benaco, 62 Tangenziale di Porto mantovano, 249 Gardesana orientale e della Cisa tratto nord e sud. Con i previsti risparmi sulla gara d'appalto gli interventi verranno estesi alla provinciale 42 Pegognaga-San Benedetto Po, alla 53 San Benedetto Po-Villa Saviola, alla 34 Ferrarese e alla 59 Viadanese. Complessivamente, si lavorerà su 350 chilometri di strade (quelle più bisognosi di un maquillage per garantire la visibilità in caso di maltempo). Una volta approvato il progetto definitivo e esecutivo, il più è fatto; restano solo i tempi tecnici per gara d'appalto, consegna dei lavori e avvio dei cantieri. Nel decreto del presidente della Provincia è allegato il cronoprogramma: prevede per agosto-settembre la gara d'appalto, per settembre-ottobre la consegna dei lavori (che dovranno essere svolti da tre squadre in grado di agire quasi in contemporanea per rispettare i tempi). I cantieri dovrebbero partire a settembre e concludersi entro dicembre. --