scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
10/09/2021

Strade groviera: auto distrutte dalle tante buche

QN - Il Resto del Carlino

OSIMO La rabbia degli automobilisti osimani è tanta, «ruggiscono» come i motori delle loro auto e moto per lo stato in cui versano alcune strade cittadine, anche quelle ad alta percorrenza. Il sindaco stesso già in questa calda estate aveva chiesto pazienza, i lavori di asfaltatura e miglioria sarebbero cominciati presto in tante di quelle arterie con i primi di settembre. «Solo l'altro ieri due gomme distrutte (una era della mia auto) e una di una terza macchina passata su quella strada, la Sbrozzola, un'ora prima di me - denuncia un automobilista -. Proprio mentre sostituivo la gomma, una residente è arrivata in mio soccorso raccontandomi che ultimamente episodi simili succedono tutti i giorni. Faccio un appello al Comune a trovare una soluzione. Dovrebbe pure ripagarmi la gomma». In Giunta è stato approvato il progetto esecutivo per i lavori di manutenzione straordinaria in via Bellafiora tra San Biagio e Santo Stefano, intervento che rientra nel più ampio piano asfalti 2021 da 700mila euro. La delibera impegna 150mila euro, 106mila e 700 per rifare l'asfalto di via Bellafiora appunto e il resto per sistemare tratti delle vie Sbrozzola, Guazzatore, Tonnini, Foro Boario e via Flaminia I, altra strada sede di diversi incidenti nelle ultime settimane. Considerato l'importo, non sarà necessario l'appalto ma si potrà accelerare l'iter con un affidamento diretto per avviare i lavori. Sono cominciati in questi giorni: proprio via Sbrozzola, nel tratto compreso tra la ditta Bartolini e il centro commerciale Cargopier ad esempio, è chiusa fino al 17 per i lavori. A fine mese, secondo il cronoprogramma, saranno avviate invece le manutenzioni straordinarie su altre strade comunali come da appalto da mezzo milione di euro vinto dall'impresa Antonio Bene srl di Casoria per 15 interventi complessivi, partendo da quelli principali nelle vie Fratte, Cagiata, Coppa e Recanati. La prossima settimana sarà aperto invece il cantiere per l'ampliamento del cimitero Maggiore, un investimento di 146mila per realizzare 70 loculi ossari. Interventi di ampliamento sono previsti a bilancio anche per i cimiteri di San Giovanni e San Biagio. Con un'ordinanza firmata ieri poi il primo cittadino Simone Pugnaloni ha disposto una nuova modifica agli orari di accesso al cimitero Maggiore in virtù delle operazioni di esumazione ed estumulazione che deve avvenire a cancelli chiusi secondo la circolare del ministero della Salute per l'emergenza Covid: il lunedì, giovedì, venerdì, sabato e domenica si potrà entrare dalle 7, il martedì e mercoledì dalle 9.30. Silvia Santini