scarica l'app
MENU
Chiudi
19/05/2020

Strade e aree produttive Ecco il piano da 28 milioni

QN - Il Resto del Carlino

Cantieri in vista a Castiglione dei Pepoli e San Benedetto Val di Sambro. Sono infatti in corso di pubblicazione i bandi di Autostrade per l'Italia per la procedura di affidamento dei lavori relativi alle opere Prevam (Progetto paesaggistico di restauro e valorizzazione ambientale) connesse alla Variante di Valico. Autostrade ha inviato i progetti esecutivi delle opere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, confermando al tempo stesso alla Regione e ai Comuni interessati la volontà di accelerare l'esecuzione delle attività di propria competenza e i tempi di avvio dei cantieri. I bandi, che saranno pubblicati entro il mese di maggio, prevedono l'assegnazione di lavori per un importo complessivo di 28 milioni di euro. Nel territorio di Castiglione dei Pepoli, il progetto prevede interventi per un ammontare di 11 milioni di euro, da destinarsi alla realizzazione della nuova strada che collegherà il casello della Badia al paese di Sparvo, aprendo così la possibilità di avere future nuove aree produttive adiacenti al casello e la riqualificazione del borgo di Badia, alla sistemazione di un movimento franoso ed alla realizzazione di una area urbana a Badia. Nel territorio di San Benedetto Val di Sambro, il progetto prevede interventi per un ammontare di 17 milioni di euro, da destinarsi al miglioramento della viabilità urbana in alcuni tratti delle Sp 60 e Sp 61 a Piano del Voglio, la realizzazione di due nuove strade, la sistemazione di due movimenti franosi e la realizzazione di due nuove aree urbane nella frazione di Montefredente. Sono inoltre previsti lavori per la riconversione in percorsi pedonali di strade di cantiere utilizzate per la realizzazione della Variante di Valico e nuove opere di drenaggio per la messa in sicurezza del territorio. Tutte le opere saranno avviate entro settembre 2021. «Ci siamo impegnati per accelerare l'iter di avvio delle opere Prevam - dichiara Alberto Selleri, direttore nuove opere di Autostrade per l'Italia -. Lo sviluppo di questi interventi potrà portare benefici tangibili ai cittadini sul territorio, lo stesso che ospita la rete che siamo impegnati a sviluppare e gestire per gli utenti che percorrono quotidianamente le nostre autostrade. Siamo lieti di poter essere, così, parte di una filiera virtuosa che con l'avvio delle opere potrà generare valore per i Comuni coinvolti». «Siamo contenti di questo risultato, che abbiamo seguito direttamente, perché riteniamo queste opere fondamentali per lo sviluppo e la messa in sicurezza del nostro territorio. Ora speriamo che il Mit approvi in fretta i progetti e che tutto si sviluppi nei tempi previsti», sottolinea il sindaco Alessandro Santoni. Maurizio Fabbri. «Queste opere sono fondamentali perché possono aprire importanti scenari economici - ribadisce il collega Maurizio Fabbri -. Auspichiamo che si dia avvio anche a tutti gli interventi previsti a Roncobilaccio».