scarica l'app
MENU
Chiudi
14/03/2020

Strada alla Diga, avviate le bonifiche dei fabbricati

Il Monferrato

Amianto Bando prorogato ad aprile; il punto sui lavori con l'assessore Maria Teresa Lombardi
Gli interventi Messa in sicurezza dei vani interni ai civici 2-4 due progetti per 940mila euro
CASALE MONFERRATO Il nuovo bando sulle bonifiche dell'amianto - aperto il 18 novembre 2019 - è stato prorogato al 28 aprile. In questo periodo erano pervenute 63 domande perciò, con delibera di Giunta del 27 febbraio, si è stabilito di prorogare al 28 aprile. Tutti i modelli sono scaricabili dal sito internet e la domanda può essere trasmessa via pec o via e-mail, gli uffici sono operativi anche se non aperti al pubblico e le richieste verranno tutte esaminate. Il punto sulle bonifiche Nel frattempo proseguono le attività di controllo dei documenti di spesa consegnati da chi ha già bonificato, e proseguono i pagamenti (nel mese di febbraio sono stati pagati 260.936,90 euro complessivi per 28 fabbricati bonificati). Le persone saranno direttamente contattate se ci sarà bisogno di integrazioni e vanno indicati nelle domande un numero di cellulare e l'indirizzo e-mail per poter essere contattati. L'attività riguardante le bonifiche e le messe in sicurezza dei siti contaminati prosegue dunque senza interruzioni e la proroga del bando da febbraio ad aprile offre un'ulteriore opportunità a coloro i quali si apprestano ad affrontare la trafila burocratica per dare corso ai lavori. L'assessore all'Ambiente Maria Teresa Lombardi fa il punto sulle gare avviate. «Ne sono in corso quattro avviate a fine anno: la bonifica Palazzina ex Eternit (vedi servizio a parte); la bonifica dei fabbricati di strada alla Diga (2), la messa in sicurezza del primo tratto di strada, sempre alla Diga ». Fabbricati di strada alla Diga Gli interventi di bonifica dei fabbricati di strada alla Diga 2-4 prevedono la messa in sicurezza di vani interni - lotto 2 per euro 400.000 e 3, la bonifica, gli interventi di bonifica e messa in sicurezza di vani interni di porzione di fabbricato - Lotto 1 - Area A per euro 540.000. «Si tratta di due progetti inerenti la bonifica di pareti, pavimenti, pilastri e la rimozione dei controsoffitti interni in eternit di due porzioni del complesso di strada alla Diga che il Comune sta bonificando in via sostitutiva e in danno dopo aver emesso ordinanze nei confronti dei proprietari, che non hanno eseguito. In questi lotti (il lotto 2 è l'ex deposito legnami e il lotto 1 area A è una parte dell'ex centro zincatura) sono già state effettuate le operazioni di sgombero e decontaminazione dei vani interniche ora possono essere bonificati. L'ultima operazione da progettare dopo la bonifica interna sarà il rifacimento dei tetti, comunque in sicurezza perchè già trattati con incapsulante nell'estate 2016 prima di inaugurare il Parco Eterno». Bonifica del 1° tratto di strada Si tratta del primo tratto di strada alla Diga ed ha per oggetto la bonifica e la messa in sicurezza con un intervento di 350.000 euro. Commenta l'assessore: « E' il riappalto di un lavoro già assegnato nel 2017 la cui ditta vincitrice è fallita prima di iniziare il cantiere, e nessuno dei partecipanti alla gara aveva voluto accettare il contratto allo stesso ribasso del vincitore come prescrive la legge sugli appalti. E' stato quindi necessario rifinanziare i lavori con il prelievo dall'avanzo di amministrazione dell'anno scorso, così come per gli altri tre progetti, e rifare la gara aggiornando gli atti progettuali (capitolato ecc..)». Si tratta di un intervento che partirà dal confine con il parcheggio carovane (la scarpata transennata) dove si sono riscontrati affioramenti di amianto, e verranno realizzati un marciapiede di confinamento verso la strada e un confinamento con telo e riporto di terra vegetale sulla scarpata, un vero recupero ambientale a tutti gli effetti. L'area, al termine dei lavori, poi sarà interdetta agli scavi.

Foto: Alla fine di febbraio . Sono stati pagati circa 261mila euro complessivi per le bonifiche di 28 fabbricati