MENU
Chiudi
07/09/2018

Stato di emergenza, in serata la conferma dal Cdm

Quotidiano del Molise

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al ddl anticorruzione: è saltata l'attesa nomina del commissario ad acta per il rientro dal debito sanitario
REDAZIONE CAMPOBASSO Il Consiglio dei Ministri in riunione ieri pomeriggio (assente Salvini) ha esaminato la richiesta di stato di emergenza avanzata dalla Regione Molise in relazione al sisma di metà agosto, le cui conseguenze gravano su circa 200 sfollati e sugli amministratori regionali e comunali, impossibilitati (per il momento) a dare veloci risposte ai cittadini colpiti. Notizie controverse durante il pomeriggio e la serata hanno creato un clima di confusione non essendo la notizia stata confermata, sia da Palazzo Chigi che da Palazzo Vitale. In tarda serata l'ufficialità da parte del Cdm con la dichiarazione dello stato di emergenza «in conseguenza degli eventi sismici che hanno colpito i comuni della provincia di Campobasso a partire dal 16 agosto 2018» L'unica certezza è che la dotazione finanziaria già annunciata da Toma in aula sarebbe di cirFitto mistero fino a tarda ora, poi il comunicato da Palazzo Chigi Intanto il premier Conte sarà per due giorni in Puglia ca due milioni di euro. Una cifra da implementare proprio grazie al provvedimento in itinere. Intanto ieri il governatore a Roma a margine della conferenza Stato-Regioni aveva affermato: «La proposta per una riforma del Codice degli appalti nella parte che riguarda le emergenze è stata ben illustrata ieri dalla dirigente del servizio legislativo della Protezione Civile, Antonella Nicotra. Con il capo della Protezione civile Borrelli ci siamo già confrontati giorni fa su questa proposta di modifica che io trovo necessaria e appropriata». Nulla da fare invece per la scelta del nuovo commissario ad acta per rientro dal debito sanitario, anch'essa attesa da parte del governatore Toma e dal sistema sanitario regionale, impossibilitato a ragionare sulle tante urgenze. Intanto proprio dal Cdm giunge la notizia dell'approvazione del ddl anticorruzione che contiene una serie di misure, come il Daspo per i corrotti e l'impiego dell'agente sotto copertura. Il ddl anticorruzione è uno dei provvedimenti «particolarmente significativi e qualificanti delle iniziative di governo. È un provvedimento che si inquadra nell'ambito delle riforme strutturali che servono al Paese», ha detto ieri sera il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa dopo il cdm. Proprio Conte sarà oggi in Puglia per una due giorni dedicata alla sua regione: in serata sarà a Ceglie Messapica, domani a Bari e poi a Bisceglie per la maratona dei progetti digitali di DigithOn.

Foto: Palazzo Chigi


Foto: Il Premier Conte

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore