scarica l'app
MENU
Chiudi
09/09/2020

Spazi verdi e fioriere Bando del Comune per prendersene cura

Il Tirreno - giorgio piglia

monteverdi
Monteverdi Adotta uno spazio verde. È questo il nome dell'iniziativa lanciata dall'amministrazione comunale di Monteverdi Marittimo, in questo scorcio d'estate, per abbellire il paese coinvolgendo direttamente i cittadini. «Ancora prima di definire il bando pubblico - afferma Carlo Quaglierini, presidente del consiglio comunale - avevamo raccolto la disponibilità di alcuni privati: uno stimolo in più a realizzare anche a Monteverdi un progetto che sta dando buoni risultati in diverse città». Di aree verdi adottabili ce ne sono diverse sia Monteverdi che nella frazione di Canneto, per non parlare degli ampi spazi attorno all'Abbazia di San Pietro. In più il bando include anche le fioriere e qualsiasi arredo urbano contenente vegetazione floreale o non floreale. Insomma c'è un ventaglio di possibilità per dare concretezza all'amore per il proprio paese e al desiderio di vederlo ornato e ordinato in ogni stagione dell'anno. Il bando del Comune di Monteverdi Marittimo è molto articolato anche per quanto riguarda la partecipazione: possono adottare spazi verdi che via via verranno individuati dall'ufficio Tecnico di propria iniziativa o su segnalazione dei cittadini le associazioni di volontariato, gli operatori economici pubblici e/o privati, istituti ed enti pubblici, singoli cittadini e in associazione con altri. Gli interventi previsti sono di due livelli: la manutenzione ordinaria dell'area assegnata per un periodo di tempo concordato, è prevista una convenzione tra le parti, oppure una più impegnativa riqualificazione dello spazio adottato. In un caso come nell'altro l'area a verde "mantiene le funzioni ad uso pubblico, in base alle funzioni stabilite dagli strumenti urbanistici preesistenti". Il costo degli interventi è a carico degli assegnatari. Su ogni spazio adottato il Comune provvederà a installare un cartello con il nome dello sponsor. Ulteriori dettagli sono descritti nel regolamento pubblicato sul sito del Comune di Monteverdi. -giorgio piglia