scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/07/2021

«Spagnolli, troppe responsabilità sui sindaci»

Corriere dell'Alto Adige

Fattorènetto:«Sirischial'immobilismo».L'amarezzadiBeati:«Sconsigliodifarepolitica»
« Gigi Spagnolli è stato assolto con formula piena dall'accusa di abuso d'ufficio. Sette anni tra indagini e processi con l'umiliazione di vedere il Comune guidato per dieci anni costituirsi parte civile. Un calvario da cui si esce comunque male: nell'immagine pubblica e negli affetti privati». Stefano Fattor, assessore alla mobilità (Pd), affida a un post su Facebook i suoi pensieri all'indomani della sentenza con la quale l'ex sindaco del capoluogo, che ormai ha detto addio alla politica, può voltare pagina. Assolto perché il fatto non costituisce reato. Lo ha stabilito venerdì il tribunale di Bolzano, al termine di un processo durato cinque anni e un'indagine iniziata sette anni fa, dopo che l'ex primo cittadino aveva firmato la licenza edilizia per il centro commerciale Twenty nonostante il parere contrario della commissione edilizia e quello dell'Enac secondo cui la struttura si trova in zona a rischio areoportuale. «A sindaci e funzionari - rimarca Fattor - tocca una responsabilità sproporzionata: ci sono cose delle quali sono formalmente responsabili, ma che non possono in alcun modo controllare». Gli esempi non mancano, ricorda: da Gianni Alemanno a Roma (assolto dopo 7 anni dall'accusa di corruzione ma con la Cassazione che conferma il finanziamento illecito), a Chiara Appendino a Torino (condannata a un anno e sei mesi per la tragedia di piazza San Carlo), a Giuseppe Sala a Milano (accusato di falso per la retrodatazione di due verbali). E un precedente c'è anche a Bolzano, con «l'ex sindaco Ferrari condannato perché delle noccioline scadute avevano intossicato un bimbo di un asilo comunale. In un contesto del genere, si domanda , «chi fa politica, alla fine? Chi è ricco di famiglia, o chi è disperato». Senza dimenticare il rischio immobilismo: «Funzionari e politici spendono la metà del loro tempo a cercare di coprirsi le spalle. In tanti finiscono col tenere le delibere bloccate per paura di piccole infrazioni che rischiano di costare tantissimo». Bene, dunque, l'azione di Anci per una riforma del reato di abuso d'ufficio: «Il problema c'è, e va ascoltato - osserva Fattor -. Dal governo è arrivato un segnale: la nuova legge sugli appalti ha allargato parecchio le maglie sugli incarichi diretti (possibili ora per lavori fino a 150 mila euro, ndr )». Numerosi i commenti dei colleghi, sotto il post. Da Sandro Repetto (Pd) che definisce Spagnolli (col quale ha lavorato in qualità di assessore) un «ottimo sindaco», all'amarezza di Alessandro Beati (Team K), ex sindaco di Vadena, che «sconsiglia» alle persone di «mettersi a disposizione della cosa pubblica». C. C. D.

Foto: Sostegno Negli anni della giunta Spagnolli, Fattor era presidente di Ecocenter