scarica l'app
MENU
Chiudi
14/08/2020

Sottopasso in stazione In arrivo scale mobili e un ascensore per bici

Gazzetta di Modena

Al via dopo l'estate l'intervento di riqualificazione del tunnel Il tappeto bidirezionale sarà collocato al centro della discesa area nord
Dalle scale mobili bidirezionali al nuovo ascensore, che sarà in grado di ospitare i pedoni con bicicletta. A cambiare volto sarà il sottopasso ferroviario che consente l'accesso alla stazione di Modena da Porta Nord. Il primo stralcio dell'intervento, che partirà dopo l'estate, comprende i tappeti mobili bidirezionali e il nuovo ascensore idoneo anche per le bici: la società di trasformazione urbana CambiaMo, al termine della gara d'appalto, ha formulato la proposta di aggiudicazione al raggruppamento temporaneo di imprese guidata da Effar srl di Bari e composto da Arfa Tech srl e Tercos srl.Il valore complessivo dell'intervento è di un milione e 80mila euro ed è finanziato dal Comune di Modena nell'ambito del "Progetto periferie - Ri-generazione e innovazione", il programma di riqualificazione urbana e sicurezza dell'area nord della città che ha ottenuto un finanziamento dal governo per complessivi 18 milioni di euro. Nei prossimi giorni si concluderanno anche le procedure di gara per la riqualificazione del sistema della mobilità stradale e ciclopedonale in quattro lotti relativi a viale del Mercato, viale Finzi, strada Canaletto, via Toniolo e via Gerosa. «In questo caso la cifra complessiva a base di gara è di due milioni e 663mila euro - spiega il presidente di CambiaMo Giorgio Razzoli - e i lavori dei quattro lotti potranno iniziare in ottobre e procedere in parallelo. Pensiamo di definire le aggiudicazioni entro agosto. Sono interventi strettamente correlati ai due cantieri in corso del Data Center e del complesso di Abitare sociale, dove i lavori continuano senza soste per tutto il mese. Sono progetti strategici con i quali cambierà davvero la percezione dell'area in termini di vivibilità e sicurezza».A esclusione degli altri lotti del sottopasso ferroviario, di competenza di Rete Ferroviaria Italia, tutte le gare d'appalto previste con il bando periferie nella convenzione tra Comune e CambiaMo spa sono state avviate. Il cantiere del primo stralcio dei lavori sulla mobilità, con la nuova rotatoria e la riqualificazione del parcheggio di Porta Nord, sono stati conclusi. Gli altri interventi sono in corso o in fase di avvio.Tornando alla riqualificazione del sottopasso ferroviario, le nuove scale mobili bidirezionali saranno collocate in posizione centrale rispetto alla scalinata esistente. L'intervento prevede il miglioramento dell'accessibilità del sottopasso allo sbocco sul parcheggio già riqualificato e rappresenta la prima parte di un progetto più ampio che comprende anche l'allargamento del tratto sud del sottopassaggio, l'inserimento di tappeti mobili e di un ascensore per biciclette anche a sud e il prolungamento fino a piazza Dante, in modo da collegare la zona nord di Modena con il centro storico della città senza dover per forza transitare all'interno dell'area della stazione ferroviaria. Il costo complessivo degli interventi è di oltre sei milioni di euro. --© RIPRODUZIONE RISERVATA