scarica l'app
MENU
Chiudi
05/08/2020

Sottopasso allagato, salvato automobilista

Il Messaggero

LA PAURA
CITTÀ DI CASTELLO Cento minuti di vento e forte pioggia. Ingenti i danni. Intorno alle 15 il Tifernate colpito da una violenta ondata di maltempo, una piccola tromba d'aria, che ha provocato il crollo di una porzione del palasport di Trestina. Divelti alcuni pannelli prefabbricati della parete laterale, dove si è creata un'ampia fenditura. Impossibile, a tarda sera, il bilancio della situazione, caratterizzata da allagamenti stradali diffusi, caduta di piante e di segnali per regolare il traffico.
Tegole volate dai tetti di alcune abitazioni della zona, a metà strada verso Umbertide. Qui nel tardo pomeriggio si è abbattuto un fortissimo temporale. Acqua alta nel sottopasso di via Martiri della Libertà. C'è finita dentro una Golf, conducente tolto d'impaccio da pompieri e Polizia Locale. Tante le chiamate ai vigili del fuoco anche da altre aree della provincia. Dal Perugino e da Palazzo di Assisi per alberi sradicati dal vento e per spegnere un incendio divampato in un campo con le fiamme che sono arrivate a sfiorare un magazzino di rotoballe di fieno. Ma l'epicentro dell'improvviso, ancorché previsto, fenomeno atmosferico è localizzato a Trestina, dove l'amministrazione comunale di Città di Castello è subito intervenuta al palazzetto dello sport attraverso i propri tecnici, coordinati dal vice sindaco con delega ai lavori pubblici Luca Secondi. Già programmato un intervento urgente di messa in sicurezza. Obiettivo, accelerare al massimo i tempi di riparazione. A questo scopo sarà verificata la possibilità di affidare il ripristino all'impresa incaricata di eseguire opere di efficientamento energetico e manutenzione per un importo di 100mila euro. Il cantiere, che doveva essere aperto in questi giorni, non è ancora partito. Sarà quindi valutata l'opportunità di ricorrere agli strumenti del Codice degli appalti per integrare quanto programmato secondo le nuove esigenze.
Walter Rondoni