scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/08/2021

«Sostegno a famiglie e imprese»

QN - Il Resto del Carlino

CODIGORO «Come amministrazione comunale siamo certi di aver fatto di tutto per cercare di non lasciare indietro nessuno in un periodo lungo e difficile». Lo dicono il sindaco Alice Sabina Zanardi e l'assessore alle attività produttive Stefano Adami, che dopo i 450.000 euro destinati alle famiglie, ieri mattina hanno voluto sottolineare come analogo impegno, con ancora maggiori risorse economiche, è stato posto per le imprese del territorio. «Prima del covid - ha esordito Adami - avevamo promosso bandi, realizzati con la Camera di Commercio e le associazioni di categoria, per 100.000 euro, contributi a fondo perduto, finalizzati all'occupabilità, miglioramenti dell'arredo, sicurezza e acquisto di tecnologia. Bandi molto semplici per accedervi, le cui domande potevano essere tranquillamente compilate dall'imprenditore, capaci di generare un volano per quasi 250.000 euro». E' stato sulla Tari che il comune ha inciso in modo importante pagando, quota fissa e variabile e non come altri comuni che hanno ristorato o una o l'altra, per un intero trimestre a circa 230 attività, sia quest'anno che lo scorso, con una spesa di 162.000 euro. Quota invece pagata interamente per tutto l'anno a sale da ballo, come il Caprice, fra le poche discoteche che erano ancora aperte nel basso ferrarese, fermo per il covid e il teatro Arena, anch'esso chiuso da oltre un anno. Contributi per complessivi 15.000 euro a fondo perduto alle tre palestre che fanno impresa, per lo stop causato dal lockdown. A questo si aggiunga il contributo straordinario di 43.800 euro alla piscina anch'essa costretta alla chiusura. Se qualcuno avesse già pagato la Tari il comune lo ristorerà. «A settembre, poiché pensiamo anche al prossimo futuro delle nostre imprese - ha detto il primo cittadino - presenteremo un bando che condivideremo Camera di Commercio e associazioni di categoria, per 230.000 euro, rivolto a tutte quelle attività e codici ateco che hanno subito chiusure. Il contributo sarà a fondo perduto, con parametri precisi che riguarderanno i tempi di chiusura ed altri per un'equa e corretta suddivisione». Infine hanno ricordato come complessivamente siano stati ben 585.000 gli euro che il comune ha destinato in varie forme alle imprese commerciali del territorio, compresi quelli per la riuscita iniziativa «Fai un regalo a Codigoro», alla quale hanno partecipato 30 commercianti durante le feste natalizie. «Non ci siamo mai fermati, vogliamo continuare ad essere attrattivi per imprese ed aziende che vogliano investire e come con la Kastamonu, pur rispettando le procedure, abbiamo tempi molto veloci grazie ai quali incrementare lo sviluppo per i cittadini di Codigoro». cla.casta.