scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
07/10/2021

Sostegni alle imprese sociali, stanziati 1,5 milioni aggiuntivi Bonus per le categorie protette la manovra della regione. I nuovi incentivi per l’assunzione di lavoratori disabili

Il Secolo XIX

Un milione e mezzo in più nel bando per le imprese sociali e altri 200mila euro di incentivi per l'assunzione di lavoratori disabili. La Regione ha approvato due nuovi stanziamenti in tema di imprese e lavoro. Il primo riguarda un bando dedicato alle imprese sociali, per il quale la dotazione iniziale è salita a 3,5 milioni di euro, con ulteriori 1,5 decisi ieri. «In un momento di incertezza economica come questo - spiega l'assessore regionale allo sviluppo economico, Andrea Benveduti - occorre rafforzare un canale di occupazione e valore, come quello delle imprese sociali, che necessita di un intervento anticiclico per proteggere al massimo l'occupazione». Il bando prevede la concessione di contributi a fondo perduto fino a 100.000 euro a investimenti per progettazione e direzione di lavori edili, acquisto del suolo aziendale o di fabbricati già costruiti, opere impiantistiche e acquisto di macchinari produttivi o programmi informatici e di consulenza. «Una risposta importante dell'Amministrazione regionale, che si somma a quanto già fatto in passato per il settore e che ci consentirà di soddisfare economicamente tutte le richieste di contributo approvate da Filse», conclude Benveduti.Sempre ieri, la Regione ha annunciato un nuovo finanziamento nel capitolo dedicato a lavoro e disabilità. Aumentano di 201.000 euro, infatti, le risorse a disposizione del bando regionale per incentivi a fondo perduto destinati all'assunzione e al mantenimento dell'occupazione di lavoratori con disabilità. Un incremento dei fondi con cui sarà possibile dare copertura a tutte le richieste arrivate. «Alla data di chiusura del bando sono pervenute domande da 65 aziende per un importo complessivo richiesto di 701.000 euro, che ha superato la dotazione finanziaria di 500.000 euro inizialmente prevista - spiega l'assessore al lavoro, Gianni Berrino - Le nuove risorse erano assolutamente necessarie per raggiungere l'obiettivo di contribuire al mantenimento dell'occupazione delle persone con disabilità e promuovere nuova occupazione, limitando le ricadute sociali causate dalla pandemia». Il contributo varia da un minimo di 1.000 a un massimo di 10.500 euro per lavoratore e per tipologia di assunzione. Ha valore retroattivo, dal primo gennaio 2020: ogni azienda non può ricevere più di 30.000 euro.Sempre ieri, la giunta ha annunciato un altro finanziamento, riguardante il bando 2021 per i contributi alle Unione di Comuni: su proposta del vicepresidente e assessore con delega all'associazionismo comunale, Alessandro Piana, la giunta ha portato il fondo a 230mila euro, con un'aggiunta di 67mila euro. «Queste risorse intendono sostenere la gestione associata di servizi e funzioni comunali - spiega Piana - Per ogni Unione il contributo massimo concedibile è pari a 30 mila euro: le risorse sono attribuite in base ai punteggi sulle funzioni e sui servizi gestiti, tramite un coefficiente maturato dal confronto con Anci Liguria». --© RIPRODUZIONE RISERVATA