scarica l'app
MENU
Chiudi
06/06/2019

Sostegni alla pesca sportiva: un bando da 120mila euro

Il Tirreno - C.B.

gal lunigiana
aulla. A seguito della costituzione del Flag Alto Tirreno Toscano, che ha sede presso il Gal Lunigiana, e alla approvazione da parte della Regione Toscana, della strategia di sviluppo locale per il settore della pesca e dell'acquacoltura, il consiglio direttivo comincia ad emettere i primi bandi per le imprese del settore della pesca e dell'acquacoltura che interesseranno lo sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali; diversificazione economica e sociale connessa ai mutamenti nel settore della pesca e valorizzazione e gestione delle risorse ambientali e naturali. Fine ultimo la creazione di sinergie tra pesca marittima e acquacoltura, coinvolgendo il territorio della Lunigiana e della Garfagnana, con l'obiettivo di incrementare la diffusione del prodotto ittico, mantenendo l'attuale sforzo di pesca. Ciò consentirà di creare nuovi metodi di commercializzazione, nonché di trasformazione, favorendo il contatto tra gli estremi della filiera, avvicinando il produttore al consumatore.L'area territoriale del Flag Alto Tirreno coinvolge tutta l'area costiera da Marina di Pisa al porto di Marina di Carrara. Il primo bando approvato è relativo alla diversificazione e nuove forme di reddito, pubblicato sul Burt n. 23 del 5 giugno 2019. Il bando è finalizzato alla diversificazione del reddito delle imprese della pesca, attraverso lo sviluppo di attività complementari alla pesca, ad esempio investimenti a bordo, il turismo legato alla pesca sportiva, la ristorazione e lo sviluppo di attività pedagogiche ad essa relative.Il bando con una prima dotazione di 120mila euro, prevede per le imprese aventi diritto, un sostegno finanziario sotto forma di contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa ammessa. Le domande di aiuto vanno presentate sul sistema informatico di Areta entro le 13 di sabato 20 Luglio. Altre informazioni su http://www.flagaltotirrenotoscano.it/. --C.B.