scarica l'app
MENU
Chiudi
02/12/2019

Sospensione processi, il termine è perentorio/ 1

ItaliaOggi Sette - Nicola Fuoco

SENTENZE TRIBUTARIE
Per ottenere la sospensione del processo, fino al 31/12/2020, così come prevista dall'art. 6 del dl n. 119/2018, per aver presentato domanda di definizione agevolata della lite e versato il dovuto o la prima rata, bisogna aver depositato in Commissione, entro il termine perentorio del 10/6/2019, tale domanda e prova del pagamento. Diversamente, l'istanza di sospensione del processo non potrà essere accolta. Tali chiarimenti, particolarmente attuali, sono stati forniti dalla Corte di cassazione con l'ordinanza n. 28493/2019. La controversia giunta dinanzi alla Corte, instaurata su ricorso di una contribuente avverso la sentenza della Ctr Sicilia, che conveniva in giudizio l'Agenzia delle entrate, riguardava l'originaria impugnativa di un avviso di accertamento di imposte dirette e Iva. Quest'ultimo, infatti, dopo il primo grado favorevole al contribuente, era stato confermato nella sua legittima ripresa, attuata induttivamente ex art. 39 comma 1 lettera d), dalla Ctr, la quale aveva accolto l'appello delle Entrate. Particolare rilievo nel contesto dell'ordinanza in commento va dato alle sorti spettate all'istanza di sospensione del processo, che il contribuente aveva avanzato con memorie depositate il 20/6/2019. La richiesta di sospensione derivava dal fatto che lo stesso aveva presentato, nel precedente mese di maggio ed entro i termini di legge, la domanda di definizione agevolata delle liti così come prevedeva l'art. 6 del decreto legge n. 119/2018, producendo anche copia del pagamento effettuato. La Corte, però, rifacendosi proprio ai termini di legge, ritenuti perentori, previsti dalla citata disposizione dell'art. 6, non riteneva accoglibile la sospensione. Difatti, l'effettivo deposito in cancelleria della domanda di definizione agevolata della lite, insieme alla prova dell'avvenuto pagamento del dovuto, era stato effettuato soltanto l'11/6/2019, quindi oltre il termine del 10 giugno previsto dalla normativa al fine di ottenere la sospensione del procedimento fino al 31/12/2020. Il ricorrente aveva sì anticipato via raccomandata alla commissione tale intento di chiedere la sospensione con la documentazione allegata, ma in tal caso non si poteva dar rilievo alla data di spedizione di quella richiesta, ma alla data in cui perveniva alla cancelleria della commissione, in quel caso, purtroppo, tardiva. La Cassazione non ha riconosciuto il principio di dissociazione degli effetti della notifica tra notificante e notificato perché non si trattava di notificare attia una controparte processuale ma di depositare nel termine perentorio. LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA (...) il contribuente ha avanzato, tra l'altro, istanza di sospensione del processo, dando evidenza di aver depositato in data 9/5/2019 domanda di defi nizione agevolata ai sensi dell'art. 6, dl 119 del 2018 e offrendo copia del pagamento; L'istanza non può essere accolta. Per espressa previsione di legge, al fi ne di ottenere l'effetto sospensivo del processo ex art.6 dl 119 del 2018 sino al 31 dicembre 2020, deve essere depositata avanti all'autorità giudiziaria avanti alla quale pende il processo la copia della domanda di defi nizione e del versamento, entro il termine perentorio del 10/6/2019. A riguardo, l'art.6, comma 10, dl 119 del 2018 infatti statuisce: «Le controversie non sono sospese, salvo che il contribuente faccia apposita richiesta al giudice, dichiarando di volersi avvalere delle disposizioni del presente articolo. In tal caso il processo è sospeso fi no al 10 giugno 2019. Se entro tale data il contribuente deposita presso l'organo giurisdizionale innanzi al quale pende la controversia copia della domanda di defi nizione e del versamento degli importi dovuti o della prima rata, il processo resta sospeso fi no al 31 dicembre 2020». Inoltre, se è vero che anteriormente al deposito delle memorie autorizzate il contribuente aveva anticipato via posta l'istanza di sospensione (...) va considerato che (...) non vale nel caso di specie il momento della spedizione della stessa. Infatti, non si tratta di eseguire una notifi ca alle parti, prevista dal sistema processuale codifi cato per la Corte di cassazione, ma di depositare della documentazione in cancelleria entro un termine perentorio (...). Deve così affermarsi il principio di diritto che segue: «In tema di sospensione del processo ai sensi dell'art.6, comma 10, dl 119 del 2018, per ottenere l'effetto sospensivo sino al 31 dicembre 2020 deve essere depositata in cancelleria copia della domanda di defi nizione e del versamento degli importi dovuti o della prima rata entro il termine perentorio del 10 giugno 2019 e, ove la parte si affi di alla spedizione postale di tale documentazione, non trova applicazione il principio della dissociazione degli effetti della notifi ca per notifi cante e notificato secondo i canoni fi ssati da Corte Cost. n. 28 del 2004, sia in quanto non si tratta di notifi ca alla parte processualmente codifi cata, sia in quanto la legge fa riferimento espresso al momento del suo deposito e, dunque, alla ricezione della spedizione come documentata dalla cancelleria con timbro del pervenuto e registrazione sul SIC.»(...) Si segnala il Piano europeo per gli investimenti sostenibili di un trilione di euro in dieci anni e la strategia Fintech, i fondi pubblico-privato europei per le pmi. L'Italia è il decimo Stato in termini di investimenti generati nell'ambito del Feis rispetto al pil e 298.725 pmi beneficeranno di un migliore accesso al credito e già 178 progetti e convenzioni con le pmi sono stati approvati. In questo inserto diversi bandi a favore delle pmi per innovazioni e nel settore trasporti, energia ed economia circolare. BANDI E FONDI COMUNITARI SETTORE AGROALIMENTARE ANTICIPAZIONE HTITOLO PAC GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 Contenuto: è aperto un bando che cofinanzia azioni di informazione sulla Pac, politica agricola comune per il 2020 ( Guue C 370/29 del 31/10/2019). Si punta a creare fiducia all'interno dell'Unione europea e cittadini, agricoltori sugli obiettivi della Pac. Ogni progetto deve mostrare il ruolo dell'agricoltura nella società e promuovere la comprensione dell'enorme contributo che il settore agroalimentare fornisce alla più ampia economia dell'Unione europea. Inoltre nella selezione viene data priorità a progetti che trattino il tema della sostenibilità dell'agricoltura. Possono essere cofinanziati progetti produzione e distribuzione di materiale multimediale o audiovisivo; campagne su internet e sui social media; eventi mediatici; conferenze, seminari, workshop e studi su temi collegati alla Pac. Le azioni di informazione devono essere realizzate a livello multiregionale o nazionale oppure a livello europeo in minimo due Stati membri dell'Unione europea; i progetti devono essere indirizzati al pubblico in generale, e tra le priorità c'è avere come target di riferimento i giovani nelle aree urbane e/o gli agricoltori e gli altri soggetti attivi nel mondo rurale. In particolare possono essere cofinanziate iniziative mirate a studenti, insegnanti e studenti universitari per sensibilizzarli sulla Pac e sul suo contributo a diversi settori, quali la sfida al cambiamento climatico, un'alimentazione salutare e di qualità come scelta di vita, da mettere in relazione anche all'appello europeo di Tartu per uno stile di vita sano. Sono cofinanziati progetti per sensibilizzare gli stakeholder al contributo che la Pac fornisce alla sostenibilità dell'agricoltura. Possono partecipare personalità giuridiche con sede legale in uno Stato membro dell'Unione europea. I progetti selezionati possono ottenere una copertura spese sino a un massimo del 60% e ottenere tra i 75 mila e il massimo importo di contributo che è per questo bando di 500 mila euro. Ogni azione deve durare massimo 12 mesi e la scadenza di presentazione delle proposte è il 21 gennaio 2020. Il budget totale del bando ammonta a 4 milioni di euro ed è gestito dalla Commissione europea - Agricoltura e sviluppo rurale. A chi rivolgersi: Portale Funding and tender - ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities -DG Agricoltura e sviluppo rurale ec.europa.eu/ agriculture/grants-for-information-measures_en SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HH TITOLO COESIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 Contenuto: è aperto un bando per progetti di sostegno a misure di informazione relative alla politica di coesione dell'Unione Europea (rif. Guue C 344/5 del 11/10/2019). Sono previste due azioni ovvero l'azione 1 che cofinanzia progetti che diffondano informazioni e contenuti relativi alla politica di coesione dell'Unione europea quali media e altri soggetti ammissibili; mentre l'azione 2 cofinanzia attività e progetti di promozione della politica di coesione dell'Unione europea da parte di università e altri istituti d'istruzione. Si punta a informare i cittadini sul fatto che la politica di coesione realizza le priorità comunitarie quali stimolare l'occupazione, la crescita e gli investimenti a livello regionale e nazionale, e migliorare la qualità di vita dei cittadini; contribuire alla creazione di posti di lavoro e di crescita, alla tutela dell'ambiente, la gestione dei cambiamenti climatici, alla promozione della ricerca e dell'innovazione; migliorare la coesione economica, sociale e territoriale nell'Unione europea riducendo le disparità tra gli Stati e le regioni dell'Unione europea; aiutare le regioni a gestire correttamente la globalizzazione trovando la propria collocazione nell'economia mondiale valorizzando quanto si fa in Europa. La scadenza per candidarsi e presentare il proprio progetto è il 10 dicembre 2019. I progetti devono avere una durata massima di dodici mesi indicativamente con inizio da maggio/luglio 2020. Si è parlato di questi fondi di recente a Bruxelles in una missione realizzata dalla Rappresentanza a Milano della Commissione europea per giornalisti in cui diversi funzionari della Commissione europea hanno evidenziato i dati più aggiornati relativi alle attività in corso e previste per il periodo 2021-2027 in cui è stato presentato anche il bilancio europeo 2021-2027 e i fondi destinati all'Italia. Per il bando aperto sulla coesione possono presentare domanda per l'azione le persone giuridiche, stabilite in uno degli Stati dell'Unione europea quali organizzazioni attive nel settore della comunicazione/agenzie di stampa (televisione, radio, stampa, mezzi di comunicazione online, nuovi mezzi di comunicazione e combinazione di diversi mezzi di comunicazione); organizzazioni senza scopo di lucro; università e istituti d'istruzione; centri di ricerca e gruppi di riflessione; associazioni di interesse europeo; soggetti privati; autorità pubbliche (nazionali, regionali e locali) escluso le autorità incaricate dell'attuazione della politica di coesione a norma dell'articolo 123 del Regolamento (Ue) n. 1303/2013 (Autorità di gestione o di controllo). Mentre per l'azione 2 possono presentare domanda università e istituti d'istruzione. Sono stati stanziati in totale 4 milioni e 800 mila euro di cui 4 milioni per l'Azione 1; e 800 mila euro per l'Azione 2. Ogni progetto selezionato può ottenere una copertura costi massima tra i 70 mila e i 300 mila euro ed essere coperti sino all'80% dei costi totali ammissibili. Vengono rimborsati i costi rendicontati. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/regional_policy/it SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO HTITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 COOPERAZIONE C ontenuto: è aperto un bando che cofinanzia progetti di cooperazione con Comuni dell'Albania. Si tratta di un bando della Commissione europea, servizio EuropeAid, nel quadro di IPA II per sostenere lo sviluppo delle potenzialità dei comuni albanesi e migliorare l'ambiente e le condizioni socio-economiche delle comunità locali. Si punta ad aumentare gli standard delle infrastrutture municipali per consentire servizi pubblici di qualità e sviluppare il potenziale economico locale;a supportare i comuni nell'attuazione dei loro obiettivi di sviluppo strategico e dei loro piani strategici; a dare sostegno ad attività di decentramento e rafforzamento delle capacità dei governi locali; ad aiutare interventi di sviluppo economico locale e la creazione di posti di lavoro; a dare fondi per progetti di accesso e miglioramento della qualità di servizi pubblici come istruzione, ambiente, cultura, sport; possono essere cofinanziati anche progetti di responsabilizzazione e di empowerment dei giovani. Possono inoltrare domanda ong, associazioni regionali o locali di autorità locali, enti pubblici o enti delegati competenti di un dipartimento governativo di uno Stato membro dell'Unione europea, pmi. Il proponente deve presentare la proposta progettuale assieme a minimo un co-proponente con sede in Albania;i co-proponenti possono essere al massimo due. Ogni progetto deve durate tra i 30 e i 42 mesi e svolgersi in Albania. Il budget ammonta a 2,5 milioni di euro. A chi rivolgersi: webgate.ec.europa.eu/europaid SETTORE ENERGIA ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 HORIZON 2020 Contenuto: sono aperti diversi bandi del programma europeo di ricerca e sviluppo Horizon 2020 relativi al così denominato «Pilastro Sfide della società» che include cofinanziamenti per progetti di ricerca e sviluppo nel settore energia, clima. Tra questi se ne segnalano alcuni con scadenza al 15 gennaio come un bando per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico inerenti soluzioni per costruzioni più efficienti energeticamente e decarbonizzate (rif. LC-SC3-B4E-1-2020- Towards highly energy efficient and decarbonised buildings); un bando per migliorare le performance energetiche nel settore delle costruzioni (rif. LC-SC3-B4E-10-2020- Self-assessment and selfoptimisation of buildings and appliances for a better energy performance); un bando che incentiva una cooperazione per implementare soluzioni innovative finanziarie a favore del settore 'smart' delle costruzioni (rif.LC-SC3-B4E-12-2020- National roundtables to implement the Smart Finance for Smart Buildings initiative); un bando per progetti che implementino concetti di design integrati per sistemi Ict legati alle soluzioni energetiche più efficienti (rif. LC-SC3-B4E-5-2020: Integrated design concepts for energy-efficient Ict in buildings); un bando (rif. LC-SC3-B4E-6-2020- Big data for buildings) per progetti legati alla raccolta, sistematizzazione e l'utilizzo di big data per le costruzioni; un bando (rif. LC-SC3-B4E-7-2020- European building stock data 4.0) per studi e ricerche 4.0 nel settore europeo dell'edilizia; un bando (rif. LCSC3-B4E-8-2020- Renewable and energy efficient solutions for heating and/or cooling, and domestic hot water production in multi-apartment residential building) per soluzioni di efficienza energetica da fonti rinnovabili per sistemi innovativi di riscaldamento e raffreddamento domestici; un bando (rif. LC-SC3-B4E-9-2020- Support to the coordination of European smart buildings innovation community) per progetti di supporto per il coordinamento di una community europea che punti alla innovazione del settore delle costruzioni; un bando (rif. LC-SC3-EC-4-2020- Socio-economic researchnon-energy impacts and behavioural insights on energy efficiency interventions) per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico che aiutino a valutare gli impatti socio-economici degli interventi di efficienza emergetica. Si segnalano con prime scadenze al 29 gennaio diversi bandi aperti di ricerca quali un bando (rif. LC-SC3-EC-3-2020- Consumer engagement and demand response) per sviluppare progetti che consentano un maggiore coinvolgimento dei consumatori e una loro responsabilizzazione nella domanda di sistemi di efficienza energetica; un bando (rif. LC-SC3-ES-10-2020- DC - AC/ DC hybrid grid for a modular, resilient and high RES share grid development) per progetti di ricerca su griglie ibrida, modulari e resilienti); un bando (rif. LC-SC3-ES-11-2020- Rapid Relief through Transitions on Islands) per lo sviluppo di sistemi di rilievo rapido sulle isole; un bando (rif. LC-SC3-ES-12-2020- Integrated local energy systems -Energy islands- International cooperation with India) per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico in cooperazione con l'India; un bando (rif. LC-SC3-ES-3-2018-2020 - Integrated local energy systems -Energy islands) per progetti di ricerca su sistemi integrati locali energetici; un bando (rif. LC-SC3-ES-4-2018-2020- Decarbonising ener gy systems of geographical Islands) per progetti di ricerca sui sistemi di decarbonizzazione; un bando (rif. LC-SC3-ES-5-2018-2020- TSO - DSO - Consumer- Large-scale demonstrations of innovative grid services through demand response, storage and small-scale generation) per progetti di sviluppo tecnologico per dimostrazioni su piccola e grande scala su innovative soluzioni di risparmio energetico; un bando (rif. LC-SC3-SA-1-2020- Smart Airports) per gli aeroporti con innovazioni tecnologiche; un bando (rif. LC-SC3-SCC-1-2018-2019-2020- Smart Cities and Communities) per progetti di ricerca sulle città smart. Si segnalano anche due bandi con scadenza al 26 marzo 2020 di cui uno (rif. LCSC3-JA-5-2020- Long Term EU-Africa Partnership for Research and Innovation actions in the area of renewable energy) per progetti a lungo termine per una partnership tra Unione europea e Africa per azioni di ricerca e innovazione nell'area della energia rinnovabile; e un altro bando (rif. LC-SC3RES-10-2020- Pre-Commercial Procurement for a 100% Renewable Energy Supply) che cofinanzia progetti di fornitura di energie rinnovabili con accordi pre-commerciali. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunitiesu SETTORE INNOVAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 HORIZON 2020 Contenuto: si può partecipare a una serie di bandi aperti con scadenza al 21 aprile che concernono progetti di ricerca e sviluppo all'interno del programma europeo Horizon 2020 nel settore dell'innovazione. Tra questi ne menzioniamo alcuni quali un bando (rif.LCSC3-RES-1-2019-2020- Developing the next generation of renewable energy technologies) per sviluppare una nuove generazione di tecnologie di energie rinnovabili; un bando (rif. LC-SC3-RES-18-2020- Advanced drilling and well completion techniques for cost reduction in geothermal energy) per sviluppare nuove tecniche al fine di ridurre i costi della energia geotermale; un bando (rif. LC-SC3-RES-26-2020- Development of next generation renewable fuel technologies from CO2 and renewable energy -Power and Energy to Renewable Fuels) per lo sviluppo di nuove tecnologie e combustibili rinnovabili; un bando per progetti di ricerca (rif. LC-SC3-RES-31-2020- Offshore wind basic science and balance of plant) nel settore eolico; un bando (rif. LC-SC3-RES-32-2020- New test rig devices for accelerating ocean energy technology development) per la creazione di device per accelerare lo sviluppo di tecnologie per l'energia dagli oceani; un bando (rif. LCSC3-RES-37-2020- Combined clean biofuel production and phytoremediation solutions from contaminated lands worldwide) per progetti di sviluppo di produzione di biocombustibili. Inoltre con scadenza al 10 settembre 2020 sono aperti dei bandi quali per esempio un bando (rif. LC-SC3-B4E-11-2020- Financing for energy efficiency investments - Smart Finance for Smart Buildings) per investimenti nel settore della cosiddetta «finanza smart» per il settore delle costruzioni smart; un bando per (rif.LC-SC3-B4E-14-2020- Enabling nextgeneration of smart energy services valorising energy efficiency and flexibility at demand-side) lo sviluppo di nuovi servizi correlati alle energie ecosostenibili; un bando (rif. LC-SC3-B4E-2-2020- Stimulating demand for sustainable energy skills in the building sector) per stimolare la domanda di capacità nel settore delle costruzioni e dell'energia sostenibile; un bando (rif. LC-SC3-B4E-3-2020- Upgrading smartness of existing buildings through innovations for legacy equipment) per migliorare le costruzioni esistenti con innovazioni tecnologiche e di risparmio energetico; un bando (rif. LC-SC3-B4E-4-2020- Next-generation of Energy Performance Assessment and Certification) per la certificazione di performance energetiche; un bando (rif. LC-SC3-EC-1-2018-2019-2020- The role of consumers in changing the market through informed decision and collective actions) per analizzare il ruolo dei consumatori e per le azioni collettive in relazione ai cambiamenti del mercato; un bando (rif. LC-SC3-EC-2-2018-2019-2020- Mitigating household energy poverty) per sviluppare interventi atti a mitigare la povertà energetica delle famiglie; un bando (rif. LC-SC3-EC-5-2020- Supporting public authorities in driving the energy transition) per identificare le attività a supporto delle autorità neo guidare la transizione energetica. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities SETTORE INNOVAZIONE RICERCA HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 HORIZON 2020 Contenuto: sono aperti diversi bandi all'interno del programma quadro europeo Horizon 2020 con scadenza al primo settembre 2020. Tra questi si segnala un bando (rif. LC-SC3-CC-1-2018-20192020- Social Sciences and Humanities aspects of the Clean-Energy Transition) per progetti di ricerca in scienze sociali e umanistiche nella transizione verso l'energia pulita; un bando (rif. LC-SC3-CC7-2020- European Energy and Climate Modelling Forum 2020-2024) per organizzare un forum sul clima; un bando (rif.LC-SC3-NZE-6-2020- Geological Storage Pilots) per progetti di stoccaggio in geologia; un bando (rif. LC-SC3-RES-20-2020- Efficient combination of Concentrated Solar Power and desalination with particular focus on the Gulf Cooperation Council region) per progetti di ricerca di desalinizzazione in particolare nella regione del Golfo; un bando (rif. LC-SC3-RES-25-2020- International cooperation with Japan for Research and Innovation on advanced biofuels and alternative renewable fuels) per progetti di cooperazione internazionale; un bando aperto per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico nel settore dei combustibili alternativi in collaborazione con Cina o Stati Uniti (rif. LC-SC3-RES-3-2020: International Cooperation with Usa and/or China on alternative renewable fuels from sunlight for energy, transport and chemical storage) in quanto si vuole cooperare sui combustibili rinnovabili alternativi dalla luce solare per energia, trasporti e stoccaggio di sostanze chimiche; un bando (rif. LC-SC3-RES-342020- Demonstration of innovative and sustainable hydropower solutions targeting unexplored smallscale hydropower potential in Central Asia) per attività di dimostrazione di soluzioni idroelettriche innovative e sostenibili per il potenziale idroelettrico su piccola scala inesplorato in Asia centrale; un bando (rif.LC-SC3-RES-36-2020- International cooperation with Canada on advanced biofuels and bioenergy) per progetti di cooperazione internazionale con il Canada su biocarburanti avanzati e bioenergia; un bando (rif. LC-SC3-SCC-2-2020Positive Energy Districts and Neighbourhoods for urban energy transitions) per progetti di cooperazione e ricerca relativi a distretti e quartieri energetici positivi per le transizioni energetiche urbane. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities SETTORE INNOVAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 5 COOPERAZIONE Contenuto: è aperto un bando per quelle che si chiamano Azioni Urbane Innovative. Si tratta della quinta edizione sostenuta dal Fondo europeo di sviluppo regionale. Si intende dare supporto alle città per identificare e testare soluzioni inedite e innovative e rispondere alle crescenti sfide che interessano le aree urbane. Il budget totale ammonta a cinquanta milioni di euro. Possono essere presentati al vaglio progetti inerenti ambiti quali la qualità dell'aria, interventi di economia circolare, progetti di valorizzazione culturale e tutela del patrimonio, progetti per far fronte alle sfide del cambiamento demografico e delle nuove necessità territoriali dei cittadini. Ogni progetto deve riguardare uno solo di questi temi. La selezione dei progetti dà priorità a soluzioni innovative, creative e durevoli con solide partnership locali che uniscano partner tra loro complementari, e che coinvolgano per esempio università, ong, aziende e diverse autorità pubbliche, pmi. Tutti i partner devono appartenere all'Unione europea. Ogni progetto deve avere una durata triennale. Si può ottenere per ogni singolo progetto un cofinanziamento di massimo cinque milioni di euro e progetti che richiedano un contributo europeo sotto la cifra di un milione di euro hanno minori possibilità di essere selezionati. Una delle sfide del cambiamento demografico sono anche gli interventi pensionistici e il prof. Michele Poerio, presidente del forum nazionale dei pensionati e presidente di Federspev, in un recente incontro a Milano, ha illustrato i ricorsi in atto contro le perequazione e i tagli alle pensioni e il divario in tutta l'Unione europea in cui le donne percepiscono una pensione inferiore rispetto agli uomini, in media del 36% in meno e sono stati spiegati i Pepp, prodotti pensionistici europei a sottoscrizione individuale che si affiancheranno ai già esistenti prodotti dei regimi nazionali. A chi rivolgersi: europa.eu/regions-and-cities/ programme - uia-initiative.eu/en/call-proposals SETTORE INTEGRAZIONE ANTICIPAZIONE HTITOLO AMIF HHH GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 C ontenuto: è aperto un bando all'interno del Fondo Asilo, migrazione e integrazione- AMIF che ha un importo complessivo di 21,5 milioni di euro. Si possono proporre progetti inerenti una delle sette tematiche del bando che sono 1-promuovere l'integrazione delle persone bisognose di protezione attraverso programmi di sponsorizzazione privata - con un budget di 4 milioni di euro; 2- orientamento sociale dei cittadini di Paesi terzi appena arrivati attraverso il coinvolgimento delle comunità locali, comprese attività di mentoring e di volontariato con un importo totale di 4 milioni di euro; 3- integrazione sociale ed economica delle donne migranti con un budget totale di 4 milioni di euro; un bando per campagne di informazione e sensibilizzazione sui rischi della migrazione irregolare in determinati Stati terzi e in Europa, con un importo totale di 4 milioni e 850 mila euro; 5- progetti a sostegno di vittime di tratta con un budget totale di 2 milioni e 550 mila euro; 6- progetti per la protezione di minori migranti con un importo di 1 milione e 700 mila euro; 7- progetti transnazionali a opera degli Stati membri per la formazione di esperti nel settore dell'asilo e dell'immigrazione con un importo di 400 mila euro. Possono aderire al bando persone giuridiche stabilite negli Stati dell'Unione europea esclusa la Danimarca in quanto unico Stato dell'Unione europea che non partecipa al Fondo. Ogni progetto deve durare al massimo trentasei mesi. La scadenza per aderire è il 30 gennaio. Tra le associazioni che realizzano progetti di mentoring c'è l'associazione EWMD che ha diverse sedi tra cui una a Milano molto attiva al fianco di professionisti e aziende. Di recente l'associazione WILEUROPE ha invece realizzato a Barcellona un meeting internazionale a cui hanno partecipato per le sessioni del Wil Talent program donne di aziende quali Lenovo che ha al suo interno già un Women's Leadership Development Program e ha sostenuto il Women's Forum for the Economy and Society. Per quanto concerne i progetti di cooperazione la Fondazione Retina 3000 onlus è al fianco di progetti a sostegno delle donne, della loro salute, oltre a realizzare progetti di ricerca nel settore dell'oftalmologia che puntano sulla cooperazione transnazionale. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities SETTORE MUSICA ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 TITOLO COOPERAZIONE Contenuto: è aperto un bando Music Moves Europe che cofinanzia progetti di cooperazione tra piccoli locali musicali. Si intende promuovere la distribuzione sostenibile della musica dal vivo attraverso modelli di collaborazione innovativi tra piccoli locali musicali in Europa. I risultati di queste azioni contribuiranno a preparare il futuro schema di sostegno appositamente destinato al settore musicale che verrà introdotto nel nuovo programma Europa Creativa in vigore per il periodo 2021-2027. Si intende dare rilievo a partenariati con le autorità locali, regionali o nazionali pertinenti per la creazione di un ambiente favorevole per i piccoli locali di musica, al fine di massimizzare il loro contributo socio-economico alle comunità locali. Inoltre si punta a dare sostegno a progetti di cooperazione tra piccoli locali di musica, peer learning, scambio di esperienze e buone pratiche; scambio di personale tra club sotto forma di visite di studio, tirocini, distacchi di personale; sviluppo di strategie commerciali competitive; elaborazione di strategie per le attività economiche notturne per le città, per creare un ambiente favorevole per la gestione dei locali di musica; dialogo con le comunità locali e con le autorità locali competenti; campagne di comunicazione per dimostrare il contributo dei piccoli locali musicali allo sviluppo socio-economico delle comunità locali. Potranno essere cofinanziati minimo 13 progetti. Possono presentare domanda organizzazioni non-profit pubbliche o private, autorità pubbliche nazionali, regionali o locali, enti a scopo di lucro. Vengono elargiti contributi a copertura sino al 90% dei costi di ogni progetto con diversi massimali ovvero con un massimo di 70 mila euro per progetti che coinvolgano minimo quattro partner di almeno tre Stati diversi; massimo 50 mila euro per progetti con tre partner di almeno due Stati diversi; massimo vengono elargiti 30 mila euro a progetti che coinvolgano due partner e a progetti che coinvolgano partner aventi sede nello stesso Stato indipendentemente dal numero di partner per singolo progetto. Possono inoltrare domanda consorzi costituiti da minimo due entità che gestiscano piccoli locali di musica fino a quattrocento posti stabilite in due diversi Stati oppure minimo due entità pubbliche o private, non necessariamente di diversi Stati, di cui almeno una gestisca un locale di musica con capacità fino a quattrocento posti. Ogni progetto deve avere una durata massima di diciotto mesi con indicativamente inizio da aprile 2020. In totale sono stati stanziati 600 mila euro. Si segnala che si è svolto di recente un importante evento con la partecipazione di Giovanni Nuti e Carla Fracci opera di Alda Merini a Milano presso la Chiesa di San Marco a favore di AIM - associazione nazionale miastenia - Amici dell'Istituto Besta, presieduta dal dott. Renato Mantegazza che coordina progetti di ricerca europei e internazionali e Lism, Lega italiana sclerosi multipla. Il dott. Andrea Gambini, presidente della Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Carlo Besta ha detto: «È stata una performance artistica di elevato prestigio, inserita nel palinsesto delle celebrazioni del decennale della poetessa Alda Merini. I fondi raccolti aiuteranno in particolare a dare borse di studio per giovani talenti della ricerca nel nostro Ente. Arte e Cultura al fianco della Ricerca sono sinergie positive». Si segnala come sinergie positive anche il sostegno della Fondazione Giovanni Celeghin Onlus per la ricerca sul tumore cerebrale ha donato 295 mila euro al dott. Alessandro Perin, direttore scientifico del Besta Neurosim Center. La donazione è finalizzata all'assunzione di figure professionali di alto livello per la realizzazione di progetti di ricerca. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/programmes/ creative-europe/content/call-proposals - Commissione europea - DG Istruzione e Cultura SETTORE RICERCA ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 TRASPORTI C ontenuto: sono aperti diversi bandi a favore di progetti di ricerca relativi al programma europeo denominato Horizon 2020 per il cosiddetto «Pilastro Sfide della Società». In particolare l'ambito sono i trasporti intelligenti, green e integrati. Si segnalano per esempio con scadenza al 21 aprile 2020 due bandi che riguardano il trasporto automatizzato ovvero un bando (rif. DT-ART-05-2020- Efficient and safe connected and automated heavy-duty vehicles in real logistics operations) di ricerca e sviluppo tecnologico inerente a veicoli pesanti connessi e automatizzati efficienti e sicuri in operazioni logistiche reali; e un bando che cofinanzia progetti di ricerca (rif. DT-ART-06-2020- Large-scale, cross-border demonstration of connected and highly automated driving functions for passenger cars) nel settore della dimostrazione transfrontaliera su larga scala di funzioni di guida connesse e altamente automatizzate per autovetture. Inoltre si segnalano diversi bandi aperti per la mobilità tra cui sei bandi con scadenza al 9 gennaio come prima fase di selezione e al giorno 8 settembre 2020 per la seconda fase. Tra questi menzioniamo un bando (rif. LC-MG-1-12-2020 - Cities as climate-resilient, connected multimodal nodes for smart and clean mobility- new approaches towards demonstrating and testing innovative solutions) per progetti di cooperazione e ricerca inerenti le città come nodi multimodali resistenti al clima e connessi per una mobilità intelligente e pulita e che intendano realizzare nuovi approcci per dimostrare e testare soluzioni innovative; un bando (rif. LC-MG1-13-2020- Decarbonising long distance shipping) di ricerca e innovazione tecnologica su progetti di decarbonizzazione delle spedizioni a lunga distanza; un bando (rif.LC-MG-1-14-2020- Understanding and mitigating the effects on public health of emerging non-regulated nanoparticle emissions issues and noise) che cofinanzia progetti di comprensione e mitigazione degli effetti sulla salute pubblica delle emergenti emissioni non regolamentate di emissioni di nanoparticelle e del rumore; un bando (rif. MG-210-2020 - Enhancing coordination between Member States' actions in the area of infrastructure research with a particular focus on biodiversity and ameliorating environmental impacts and full automated infrastructure upgrade and maintenance) per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico che puntino a rafforzare il coordinamento tra le azioni degli Stati membri nel settore della ricerca infrastrutturale, con particolare attenzione alla biodiversità e al miglioramento degli impatti ambientali e al completo aggiornamento e manutenzione automatizzati delle infrastrutture; un bando che cofinanzia progetti di cooperazione e networking per la gestione del traffico e di soluzioni di futura mobilità innovativa (rif. MG-2-11-2020- Network and traffic management for future mobility); un bando (rif. MG-2-12-2020Improving road safety by effectively monitoring working patterns and overall fitness of drivers) per migliorare la sicurezza stradale monitorando efficacemente i modelli di lavoro e l'idoneità generale dei conducenti. A chi rivolgersi: webgate.ec.europa.eu/europaid SETTORE RICERCA ANTICIPAZIONE HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 SOLUZIONI PER AMBIENTE C ontenuto: sono aperti dei bandi con scadenza al 21 aprile che cofinanziano progetti di cooperazione e ricerca che hanno una particolare attenzione a soluzioni innovative per l'ambiente. Si segnala per esempio un bando (rif. LC-MG-1-12-2020 - Cities as climate-resilient, connected multimodal nodes for smart and clean mobility: new approaches towards demonstrating and testing innovative solutions) che sviluppa progetti a favore delle città come nodi multimodali resistenti al clima e connessi per una mobilità intelligente e pulita; un bando (rif.MG-1-152020- Towards global environmental regulation of supersonic aviation) per progetti di ricerca verso una regolamentazione ambientale globale dell'aviazione supersonica; un bando (rif. MG-2-10-2020 - Enhancing coordination between Member States' actions in the area of infrastructure research with a particular focus on biodiversity and ameliorating environmental impacts and full automated infrastructure upgrade and maintenance) che punta a rafforzare il coordinamento tra le azioni degli Stati membri nel settore della ricerca infrastrutturale, con particolare attenzione alla biodiversità e al miglioramento degli impatti ambientali e al completo aggiornamento e manutenzione automatizzati delle infrastrutture; un bando (rif. MG-2-13-2020 Coordination and support for an integrated freight transport and logistics system) per progetti di coordinamento e supporto per un sistema integrato di trasporto merci e logistica; un bando (rif. MG-2-14-2020- The effects of automation on the transport labour force, future working conditions and skills requirements) per progetti di ricerca sugli effetti dell'automazione sulla forza lavoro dei trasporti, le condizioni di lavoro future e i requisiti di competenze; un bando che cofinanzia progetti di ricerca e sviluppo tecnologico (rif. MG-3-4-2020- Innovative electric network architectures and systems, optimising global energy, electrical power, data and communication for aviation) inerenti le architetture e i sistemi di rete elettrica innovativi, ottimizzando l'energia globale, l'energia elettrica, i dati e la comunicazione per l'aviazione. È aperto anche un bando (rif. MG-3-5-2020- Next generation multifunctional and intelligent airframe and engine parts, with emphasis on manufacturing, maintenance and recycling) inerente progetti di ricerca sul telaio e i componenti del motore multifunzione intelligente di nuova generazione, con particolare attenzione alla produzione, alla manutenzione e al riciclo; un bando (rif. MG-3-6-2020- Towards sustainable urban air mobility) relativo a progetti indirizzati verso una mobilità aerea urbana sostenibile; un bando (rif. MG3-7-2020- Improved Production and Maintenance Processes in Shipyards) mirato a progetti di ricerca tesi al miglioramento dei processi di produzione e manutenzione nei cantieri navali; un bando (rif.MG3-8-2020- «First of a Kind» solutions for sustainable transport and mobility: EU initiative for accelerating EU-wide market access, scale up and derisking) per soluzioni «First of a Kind» per i trasporti e la mobilità sostenibili ovvero si tratta di una iniziativa dell'Unione europea per accelerare l'accesso al mercato a livello comunitario, aumentare le dimensioni e derisking; un bando (rif. MG-4-10-2020- Improving impact and broadening stakeholder engagement in support of transport research and innovation) per il miglioramento dell'impatto e l'ampliamento dell'impegno delle parti interessate a sostegno della ricerca e dell'innovazione nel settore dei trasporti; un bando (rif. MG-4-7-2020- Digitalisation of the transport system- data sharing) per progetti di digitalizzazione del sistema di trasporto e per la condivisione dei dati; un bando per progetti di ricerca (rif. MG4-8-2020- Advanced research methods and tools in support of transport/mobility researchers, planners and policy makers) su metodi e strumenti di ricerca avanzata a sostegno di ricercatori, pianificatori e responsabili politici dei trasporti / mobilità; un bando (rif. MG-4-9-2020- The European mobility culture of tomorrow: Reinventing the wheel?) per progetti innovativi sulla cultura della mobilità; un bando (rif. MG-BG-03-2020- Under water noise mitigation and environmental impact) per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico sulla mitigazione del rumore sotto l'acqua e l'impatto ambientale. A chi rivolgersi: webgate.ec.europa.eu/europaid SETTORE RICERCA ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 HORIZON 2020 C ontenuto: sono aperti nuovi bandi di ricerca con scadenza al 21 aprile 2020. Tra questi un bando che cofinanzia progetti (rif. LC-GV-06-2020- Advanced light materials and their production processes for automotive applications) inerenti materiali leggeri avanzati e loro processi di produzione per applicazioni automobilistiche; un bando per progetti di ricerca e di sviluppo tecnologico (rif. LC-GV-07-2020Reducing the environmental impact of hybrid light duty vehicles) per ridurre dell'impatto ambientale dei veicoli ibridi leggeri; un bando (rif. LC-GV-082020-next generation electrified vehicles for urban and suburban use) per progetti di sviluppo di veicoli elettrificati di nuova generazione per uso urbano e suburbano; un bando (rif. LC-GV-09-2020- Setting up a common European research and innovation strategy for the future of road transport) per l'elaborazione di una strategia europea comune di ricerca e innovazione per il futuro del trasporto su strada. Di recente sul tema ricerca nel settore della salute invece sono stati presentati a Milano gli avanzamenti del progetto Promise, studio clinico di fase II per valutare l'efficacia e la tollerabilità di guanabenz nella Sla da parte del Prof. Giuseppe Lauria che lo coordina all'IRCCS Istituto Neurologico «Carlo Besta» di Milano in collaborazione con altri 23 centri SLA di 13 regioni italiane. Sono stati reclutati 201 pazienti, randomizzati in quattro bracci di trattamento e Promise ha risultanze molto promettenti che dovranno essere confermati mediante uno studio clinico di fase III. A chi rivolgersi: www.apre.it - www.fast.mi.it ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities SETTORE RICERCA ANTICIPAZIONE HTITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 INDUSTRIA C ontenuto: sono aperti diversi bandi per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico all'interno del cosiddetto «Pilastro Leadership industriale» del programma europeo Horizon 2020 con scadenza al 16 gennaio 2020 se ne segnalano sette nel settore Ict. Tra questi si segnala un bando (rif. Ict-38-2020- Artificial intelligence for manufacturing) che cofinanzia progetti di ricerca e sviluppo nel settore dell'Intelligenza artificiale per la manifattura. Il dott. Danilo Mazzacane, segr. gen. Cisl Medici Lombardia ha evidenziato: «L'intelligenza artificiale non potrà mai sostituire il valore dell'essere umano nelle varie professioni. Come Cisl stiamo monitorando l'evoluzione del mondo del lavoro e organizziamo corsi di formazione sui temi legati all'innovazione». Se ne è parlato in un recente corso si è svolto a Pavia presso il prestigioso Collegio Cairoli, organizzato dalla Asst di Pavia sul tema dei social network, le innovazioni tecnologiche e la sanità, il rapporto medico-paziente con esperti, medici e ricercatori. Si segnala un bando aperto (rif. Ict-42-2020- 5G PPP - 5G core technologies innovation) per progetti nel settore del 5 G; un bando aperto (rif. Ict-44-2020- Next Generation Media) per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico relative alle nuove generazioni di media; un bando per innovativi software (rif. Ict-50-2020- Software Technologies); un bando (rif. Ict-51-2020- Big Data technologies and extreme-scale analytics) per progetti cofinanziati di ricerca e sviluppo tecnologico relative all'utilizzo del Big Data e alla loro gestione analitica; un bando (rif. Ict-54-2020- Blockchain for the Next Generation Internet) per progetti relative alle blockchain per la nuova generazione di Internet); un bando (rif. Ict-56-2020- Next Generation Internet of Things) per progetti di sviluppo relativi alla nuova generazione dell'Internet delle cose. Ci sono poi dei bandi aperti con scadenza al 22 aprile 2020. Tra questi si segnalano un bando (rif. Ict-362020- Disruptive photonics technologies) nel settore della fotonica; un bando (rif. Ict-37-2020- Advancing photonics technologies and application driven photonics components and the innovation ecosystem) per tecnologie avanzate di fotonica e applicazioni di nuovi componenti; un bando (rif. Ict-40-2020- Cloud Computing- towards a smart cloud computing continuum) per progetti di ricerca inerenti al cloud computing; un bando (rif. Ict-41-2020- 5G PPP - 5G innovations for verticals with third party services) per il settore 5G con lo sviluppo di nuovi servizi; un bando (rif. Ict-46-2020 Robotics in Application Areas and Coordination & Support) inerente progetti di ricerca e sviluppo tecnologico nel settore della robotica; un bando (rif. Ict-47-2020- Research and Innovation boosting promising robotics applications) che cofinanzia progetti di ricerca e di sviluppo tecnologico relativi alle applicazioni della robotica; un bando (rif. Ict-49-2020- Artificial Intelligence on demand platform) per lo sviluppo di una piattaforma on demand con l'intelligenza artificiale; un bando (rif. Ict-52-2020- 5G PPP - Smart Connectivity beyond 5G) per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico inerenti la connettività smart del 5 G; un bando (rif. Ict-57-2020- An empowering, inclusive Next Generation Internet) per una nuova generazione di Internet inclusive; un bando (rif. Ict-58-2020- International partnership building between European and African innovation hubs) che cofinanzia progetti di ricerca per innovation hub tra Europa e Africa. A chi rivolgersi: www.apre.it - www.fast.mi.it BANDI E FONDI regionali e strutturati SETTORE INNOVAZIONE REGIONE EMILIA-ROMAGNA Contenuto: si può aderire a un bando della regione Emilia-Romagna che intende sostenere gli investimenti in innovazione tecnologica. I progetti cofinanziabili devono rientrare in uno dei seguenti ambiti ovvero agroalimentare, edilizia, meccatronica e motoristica; industrie della salute e del benessere, culturali e creative; servizi. Possono beneficiare dei fondi realtà con sede operativa in Emilia-Romagna. Possono essere cofinanziati progetti di innovazione quali l'ampliamento della gamma dei prodotti o servizi o la loro significativa ridefinizione tecnologica e funzionale in senso innovativo; l'introduzione di contenuti e processi digitali e di innovazione di servizio in grado di modificare il rapporto con clienti e stakeholder; la caratterizzazione di prodotti e di servizi verso esigenze di sostenibilità ambientale, inclusione e qualità di vita, cultura e società dell'informazione. Possono essere ottenuti sino a 80 mila euro. Possono beneficiare dei fondi startup e pmi innovative. Gli aiuti sono a copertura sino a un massimo del 50% dei costi inerenti a servizi, consulenze tecnologiche e di ricerca, studi e analisi tecniche; prove sperimentali, misure, calcolo; software, multimediale e di componentistica digitale; design di prodotto/servizio e concept design; stampa 3D di elementi prototipali; progettazione impianti pilota. Riferimenti: Sfinge 2020 -http://fesr.regione. emilia-romagna.it/opportunita/richiestadi-finanziamenti-tramite-sfinge-2020- http: //www.fe.camcom.it/ promozione/finanziamenti/notizie/contributi-servizi-innovativi-PMI-2019-POR-FESR-ASSE1-azione-1.1.2. SETTORE INNOVAZIONE REGIONE LOMBARDIA Contenuto: è aperto un bando della Camera di commercio di Pavia con un budget di 500 mila euro a favore delle micro, piccole e medie aziende con sede legale o unità operativa iscritta o attiva nel registro imprese. Gli aiuti sono per investimenti in innovazione quali acquisto di macchinari, impianti e attrezzature a uso produttivo; acquisto di hardware, software e tecnologie digitali; creazione di siti internet e piattaforme destinate all'e-commerce; acquisto di autocarri e macchine operatrici; acquisto di impianti di condizionamento o aspirazione e impianti di allarme e sicurezza; realizzazione di impianti prototipali altamente innovativi; acquisto di macchinari o tecnologia per l'eco-innovazione in azienda. Possono essere elargiti sino a un massimo di 15 mila euro a progetto con una copertura del 40%. Si può fare domanda entro il 31 gennaio. Riferimenti: Ufficio Studi Statistica e Informazione Economica - http: //www.pv.camcom.it SETTORE INNOVAZIONE REGIONE TUTTE Contenuto: è aperto un bando relativo al decreto direttoriale del 26 novembre 2019 che è stato prorogato e che consente di presentare istanze di accesso alle agevolazioni per il voucher per consulenza in innovazione. I profili professionali dei soggetti iscritti nell'elenco sono consultabili al seguente link https://miq.dgiai.gov.it. La dotazione finanziaria stanziata per l'attuazione dell'intervento è pari a 75 milioni di euro ripartita per ciascuna delle annualità 2019, 2020, e 2021. Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al voucher per consulenza in innovazione le imprese operanti su tutto il territorio nazionale che risultino possedere, alla data di presentazione della domanda nonché al momento della concessione del contributo, una serie di requisiti tra cui qualificarsi come micro, piccola o media impresa ai sensi della normativa vigente; avere sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale e risultare iscritte al Registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente; non aver ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti sui quali pende un ordine di recupero, a seguito di una precedente decisione della Commissione europea che dichiara l'aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune. Possono inoltre beneficiare del voucher anche le reti d'impresa composte da un numero non inferiore a tre pmi in possesso dei requisiti descritti, purché il contratto di rete configuri una collaborazione effettiva e stabile. Si considerano ammissibili al contributo le spese sostenute a fronte di prestazioni di consulenza specialistica rese da un manager dell'innovazione qualificato, indipendente e inserito temporaneamente, con un contratto di consulenza di durata non inferiore a nove mesi, nella struttura organizzativa dell'impresa o della rete. La consulenza deve essere finalizzata a indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese e delle reti attraverso l'applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 individuate tra cui big data e analisi dei dati; cloud, fog e quantum computing; cyber security; integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution nei processi aziendali, anche e con particolare riguardo alle produzioni di natura tradizionale; simulazione e sistemi cyber-fisici; prototipazione rapida; sistemi di visualizzazione, realtà virtuale e realtà aumentata; robotica avanzata e collaborativa; interfaccia uomo-macchina; manifattura additiva e stampa tridimensionale; internet delle cose e delle macchine; integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali; programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l'innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi di branding e sviluppo commerciale verso mercati; programmi di open innovation. Il contributo massimo concedibile è differenziato in funzione della tipologia di beneficiario ovvero per le micro e piccole - un contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino a un massimo di 40 mila euro; per le medie imprese - un contributo pari al 30% dei costi sostenuti fino a un massimo di 25 mila euro; per le reti di imprese - contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino a un massimo di 80 mila euro. Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura a sportello per cui le domande di Voucher sono ammesse alla fase istruttoria sulla base dell'ordine cronologico di presentazione. Riferimenti: https://www.mise.gov.it/index.php/ it/incentivi/impresa/voucher-consulenza-innovazione - https://agevolazionidgiai.invitalia.it SETTORE INNOVAZIONE REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA Contenuto: sono aperti due bandi della Regione Friuli-Venezia Giulia a favore di piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa in Regione. Un bando ha un importo di 1.979.463,94 euro ed elargisce