scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/03/2021

«SOSPENDERE IL CODICE DEGLI APPALTI PER IL NEXT GENERATION UE»

QN - La Nazione

L'ANTITRUST
«Sospensione dell'applicazione del Codice dei contratti pubblici» e «ricorso alle sole disposizioni contenute nelle direttive europee in materia di gare pubbliche del 2014» per le procedure d'appalto «interessate dall'erogazione dei fondi europei del Next Generation EU e alle opere strategiche». È quanto propone l'Antitrust come intervento immediato per superare le inefficienze del public procurement, in attesa di una revisione del codice degli appalti. La sospensione del codice degli appalti «consentirebbe di poter eliminare immediatamente i vincoli che attualmente insistono, tra gli altri, sul subappalto, l'avvalimento, l'appalto integrato, i criteri di valutazione delle offerte, l'obbligo di nomina dei commissari esterni» scrive l'Antitrust nella segnalazione al governo sulla riforma della legge sulla concorrenza. «La riforma degli appalti pubblici, volta a modernizzare e semplificare le regole e le procedure applicabili, deve essere considerata tra gli obiettivi strategici ai fini del rilancio dell'economia e dell'attivazione degli investimenti» si legge nel documento. Da qui le proposte del Garante, presieduto da Roberto Rustichelli (nella foto in basso) che riguardano anche la specializzazione delle stazioni appaltanti e la digitalizzazione delle procedure. «Il riconoscimento di una maggiore discrezionalità delle. Devono poter applicare in modo appropriato le diverse procedure e i diversi criteri di aggiudicazione, senza essere costrette a usare modelli eccessivamente rigidi». © RIPRODUZIONE RISERVATA