scarica l'app
MENU
Chiudi
22/04/2020

Soldi agli imprenditori che assumono i Concordiesi

Gazzetta di Modena - Francesco Dondi

Presto un bando da oltre 50mila euro per incentivare l'occupazione in paese L'assessore Giubertoni: «Useremo anche i fondi per attirare nuovi residenti» la novità
Francesco Dondi / concordiaFlessibilità imposta dall'emergenza. Se il bilancio comunale di previsione aveva messo a bilancio 30mila euro per attirare in paese nuovi residenti, l'amministrazione comunale sta pensando a traslare quei fondi su un altro bando altrettanto importante, anzi forse ancora più vitale visti i chiari di luna legati al Coronavirus. «Ci stiamo ragionando ma direi che opereremo in questa direzione - spiega l'assessore e vice sindaco Paola Giubertoni - Il bando per incentivare nuovi residenti lo posticiperemo al prossimo anno, implementando invece la dotazione per premiare gli imprenditori che assumeranno cittadini di Concordia».Concordia ha infatti scelto di ispirarsi a buone pratiche già in atto nel territorio Modenese: la Giunta del sindaco Luca Prandini non andrà quindi ad esplorare terreni sconosciuti, ma si affiderà alle esperienze che hanno uno storico e sono tangibili. La calamita per accogliere nuovi cittadini è infatti stata inizialmente lanciata da Novi e da qualche tempo anche Mirandola ha messo un premio per contribuire agli affitti dei nuovi cittadini disponibili a trasferirsi nella Bassa; l'incentivo al lavoro è invece una sperimentazione che ha dato ottimi risultati a Soliera dove il bando comunale si è rapidamente esaurito a fronte di alcuni solieresi contrattualizzati da imprese del territorio. «Data anche la situazione di emergenza - aggiunge il vicesindaco con delega alle Pari opportunità e alla Persona - temiamo che alcune persone possano restare senza un'occupazione e come collettività abbiamo il dovere di disinnescare questi rischi. Si spiega in quest'ottica la volontà di aumentare i soldi del bando che passeranno dai 25mila euro inizialmente preventivati ai 55mila. L'assunzione deve riguardare concordiesi che risiedono in paese da almeno due anni. Punteremo a premiare i contratti a tempo indeterminato con una attenzione particolare riservata alle fasce più deboli, le donne e i disoccupati. L'iniziativa è stata oggetto di confronto con le principale organizzazioni sindacali e di categoria attive sul territorio e sarà costantemente monitorata nel suo sviluppo».Ma nel bilancio sono finanziati anche altri due importanti bandi più "storici". Il primo riguarda le strategie per rendere le abitazioni più sicure e contrastare i raid dei ladri attraverso l'installazione di impianti anti-intrusione e di videosorveglianza. Come avviene già da alcuni anni il Comune mette a disposizione 20mila euro per incentivare l'acquisto dei sistemi d'allarme o delle inferriate. Il secondo è invece riservato ai commercianti: con i 15mila euro sarà possibile qualificare il proprio negozio oppure avviare una nuova attività in paese.«Nelle prossime settimane provvederemo alla pubblicazione dei bandi - conclude l'assessore Giubertoni - con l'obiettivo di arrivare a settembre e poter effettuare una prima valutazione della situazione, ma pensiamo che fornire un aiuto ai nostri cittadini sia un passaggio doveroso, ancora di più in questa fase di emergenza collettiva». --© RIPRODUZIONE RISERVATA