scarica l'app
MENU
Chiudi
17/11/2020

Sistemi di sicurezza Contributi a fondo perduto

Corriere della Sera

Il bando Da mille a 5 mila euro
Slitta a Bergamo il Consiglio comunale sulla sicurezza che avevano chiesto le opposizioni ed era stato convocato per il 23 novembre. Gli stessi gruppi di minoranza hanno chiesto nei giorni scorsi all'amministrazione di rinviarlo a data da destinarsi. «Comprendiamo il momento complicato, dettato dall'emergenza sanitaria - dice il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Sergio Gandi -, ma la richiesta di rinvio è in palese contrasto con l'urgenza con cui era stata richiesta la convocazione del Consiglio». E per la sicurezza, il Comune pubblicherà un bando per concedere contributi a fondo perduto da mille a 5 mila euro per coprire spese di acquisto e installazione, al netto dell'Iva, a condomini (con almeno dieci appartamenti) della zona della stazione e della Malpensata che vogliono dotarsi di sistemi di sicurezza.

a pagina 7

Il Comune di Bergamo pubblicherà nei prossimi giorni un bando per i condomini (con almeno dieci appartamenti) che si trovano nella zona della stazione e alla Malpensata e vogliono dotarsi di sistemi di sicurezza. Sono previsti contributi a fondo perduto da mille a 5 mila euro per coprire spese di acquisto e installazione, al netto dell'Iva, di sistemi di sicurezza. «È un segno concreto di sostegno e vicinanza dell'amministrazione per migliorare anche la percezione di sicurezza di chi abita alla Malpensata e nella zona della stazione», dice il vicesindaco e assessore alla Sicurezza, Sergio Gandi. Il Comune, poi, rinnova le collaborazioni con l'Associazione Nazionale dei Carabinieri e con i City Angels Bergamo. E di sicurezza il Consiglio comunale avrebbe dovuto parlare il 23 novembre, come avevano voluto le minoranze, che invece qualche giorno fa hanno chiesto il rinvio a data da destinarsi. «Comprendiamo il momento complicato, dettato dall'emergenza sanitaria - dice Gandi - ma la richiesta di rinvio, addirittura a data da destinarsi, è in palese contrasto con l'urgenza con cui era stata richiesta la convocazione del Consiglio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA