scarica l'app
MENU
Chiudi
16/09/2020

Sistemazione del palazzo comunale, manca solo la gara d’appalto

QN - Il Resto del Carlino

L'obiettivo che gli amministratori si sono posti è di individuare la ditta appaltatrice e dare il via ai lavori di riqualificazione, intesa anche come miglioramento sismico, dell'imponente palazzo municipale, all'inizio del prossimo anno. Che si tratti di un intervento atteso, è un fatto consolidato, considerando che una sede municipale vera e propria Montegranaro non ce l'ha da parecchi anni ormai. I soldi per eseguire i lavori (il cui costo è stato stimato in 2,3milioni di euro, una somma leggermente inferiore ai 2,4 milioni di euro assegnati al Comune nell'ambito della ricostruzione post terremoto) ci sono e, di recente, è stato finalmente approvato anche il progetto definitivo - esecutivo (la cui redazione è costata 106mila euro). Ora, la gara d'appalto è l'ultimo passaggio da effettuare prima di poter vedere il cantiere aperto e operai al lavoro tra le mura dell'antico palazzo. «Il progetto ha avuto parere favorevole in sede di conferenza dei servizi - ricordano gli amministratori, nella delibera in cui si dà il nulla osta all'elaborato - e consiste nel miglioramento sismico spinto al massimo, naturalmente compatibile con il rispetto della presenza del vincolo architettonico. E' stato sviluppato facendo riferimento ai principi generali del recupero e della conservazione del costruito esistente, alle esigenze degli utenti e, per risolvere le carenze strutturali e ottenere un significativo miglioramento sismico, sono stati proposti interventi di consolidamento in modo da raggiungere una resistenza alle azioni sismiche almeno pari all'80% di quanto previsto dalle nuove costruzioni».