scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/03/2021

«Sindaco, faccia rispettare il Codice degli appalti»

QN - La Nazione

Marco Carletti (Fillea Cgil)
FIRENZE «Invece di fare a gara a chi la spara più grossa, il sindaco Nardella faccia rispettare gli accordi sottoscritti. Il Codice degli appalti va applicato integralmente nei cantieri contro sfruttamento e concorrenza sleale. E per evitare l'allungamento dei tempi di realizzazione degli interventi». Dura la risposta di Marco Carletti, segretario di Fillea Cgil Firenze, alle dichiarazioni rese dal sindaco nei giorni scorsi. Facciamo un passo indietro, a quanto affermato dal primo cittadino nel corso di una intervista: «Lancio un grido d'allarme: con queste norme, le opere non le faremo. Per realizzare un'opera da 25 milioni con il codice degli appalti in Italia servono dieci anni. Propongo una moratoria: si applichino solo le leggi europee». Una affermazione che pone il sindaco in linea con quanto sostiene Salvini: basta col codice degli appalti italiano. «Ma a Firenze - ribatte l'esponente sindacale - si sono realizzate opere come la tramvia applicando il Codice. E tutto è stato fatto in modo controllato e veloce. Invece che fare a gara con la Lega a chi la spara più grossa - attacca Carletti - il sindaco dovrebbe leggere accordi e protocolli che lui stesso ha sottoscritto con noi e pretenderne dai suoi dirigenti il rispetto puntuale. Lasci a Salvini i proclami irresponsabili. Lei rappresenta un'altra cultura di governo che ha garantito che alcune opere, dalla tramvia al rifacimento del muro di contenimento dell'argine sul lungarno, siano state realizzate applicando Codice degli appalti e contratti collettivi. Tutto è avvenuto con velocità». Conclude Carletti: «nei cantieri per l'edilizia scolastica, appaltati dalla Città metropolitana, aziende non pagano gli stipendi, non versano i contributi alla cassa edile, non applicano il contratto di lavoro. Un mercato delle opere pubbliche così fatto produce concorrenza sleale».