MENU
Chiudi
29/11/2018

Sicurezza, Daspo ai minori

ItaliaOggi - STEFANO MANZELLI ED ENRICO SANTI

Approvato in via defi nitiva il decreto Salvini. Giro di vite sull'accattonaggio molesto
Divieto di accesso per chi ha commesso reati e disordini
Inasprimento della pena detentiva per l'invasione di terreni ed edifi ci. Potenziamento della videosorveglianza comunale con massicci e consistenti contributi statali. Divieto di accesso a bar e locali di pubblico intrattenimento a persone condannate in occasione di disordini o per droga o per reati contro la persona e il patrimonio. Stretta sui veicoli con targa estera circolanti da tempo sul territorio italiano. Sono alcune delle nuove disposizioni previste dalla legge di conversione del decreto legge sicurezza n. 113/2018 approvata in via defi nitiva ieri dall'aula della camera dopo il voto di fi ducia di martedì. Il provvedimento, fortemente voluto dal ministro dell'interno Matteo Salvini, è stato approvato con 396 sì e 99 voti contrari. Tra le novità la previsione che il questore possa disporre il divieto di accesso a locali e esercizi pubblici (o locali di pubblico intrattenimento) a persone condannate con sentenza defi nitiva, o anche solo confermata in appello nell'ultimo triennio, per reati commessi nel corso di gravi disordini in detti esercizi o locali, per reati contro la persona e il patrimonio (esclusi quelli colposi) e per produzione, traffi co e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope. Il divieto di accesso e stazionamento potrà essere imposto anche ai minori con più di 14 anni d'età (previa notifi ca a chi esercita la responsabilità genitoriale). La legge di conversione modifi ca l'art. 50, comma 7-bis, del dlgs n. 267 del 18 agosto 2000, che attualmente consente al sindaco di disporre, con ordinanza contingibile e urgente per un periodo comunque non superiore a trenta giorni, limitazioni in materia di orari di vendita, anche per asporto, e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche al fi ne di assicurare il soddisfacimento delle esigenze di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti, nonché dell'ambiente e del patrimonio culturale in determinate aree delle città interessate da afflusso particolarmente rilevante di persone, anche in relazione allo svolgimento di specifi ci eventi. La modifica estende l'ambito territoriale di applicabilità dell'ordinanza ad altre aree comunque interessate da fenomeni di aggregazione notturna e l'ambito temporale con limitazioni degli orari di vendita degli esercizi del settore alimentare o misto e delle attività artigianali di produzione e vendita di prodotti di gastronomia pronti per il consumo immediato e di erogazione di alimenti e bevande attraverso distributori automatici. Per il potenziamento dei sistemi di videosorveglianza urbana i comuni potranno accedere ad ulteriori contributi fi nanziari statali oltre a quelli già previsti dai bandi ministeriali, comunitari e regionali. Si tratta di una dote di ben 90 milioni di euro che potranno essere erogati dal Viminale alle amministrazioni locali che si accorderanno con la prefettura per supportare tecnologicamente i moderni patti per la sicurezza. Codice penale La legge di conversione introduce nel codice penale il reato di esercizio molesto dell'accattonaggio, mentre per quanto concerne il reato di invasioni di terreni o edifi ci, le modifi che contenute nella legge di conversione del decreto sicurezza riscrivono l'articolo 633 c.p. modifi cando la pena detentiva prevista per l'invasione arbitraria di terreni o edifi ci dagli attuali «fi no a due anni» a «da uno a tre anni». Inoltre vengono ridefi nite con la previsione della pena della reclusione da due a quattro anni e la multa da euro 206 a euro 2064 nel caso in cui il fatto sia commesso da più di cinque persone ovvero da persona palesemente armata, venendo meno la circostanza aggravante che ricorre quando il fatto è commesso da più di dieci persone, anche non armate. Codice della strada Viene introdotto il divieto, per chi ha stabilito la residenza in Italia da oltre sessanta giorni, di circolare con un veicolo immatricolato all'estero. Per i veicoli che abbiano già adempiuto alle formalità doganali, scaduto il termine di un anno, se il veicolo non è immatricolato in Italia l'intestatario deve consegnare alla motorizzazione civile le targhe estere e il documento di circolazione e richiedere il rilascio di un foglio di via e della relativa targa per condurre il veicolo all'estero. Sotto altri aspetti, però, nessuna targatura italiana viene imposta per i veicoli concessi in leasing o locazione senza conducente da parte di impresa costituita un altro Stato dell'Unione europea o dello Spazio economico europeo, che non abbia stabilito in Italia un sede secondaria o altra sede effettiva. Le novità in materia di enti locali Veicoli con targa estera Vengono introdotte limitazioni più stringenti alla circolazione di veicoli con targa estera in Italia. Esercizi pubblici Il questore potrà vietare l'accesso a bar e locali di pubblico intrattenimento a persone condannate in occasione di disordini o per droga o per reati contro la persona e il patrimonio. Ordinanze contingibili e urgenti Vengono ampliati i casi di applicabilità delle ordinanze contingibili e urgenti per tutelare la quiete urbana Accattonaggio molesto. Diventa reato esercitare l'accattonaggio con modalità vessatorie o simulando deformità o malattie o attraverso il ricorso a mezzi fraudolenti per destare l'altrui pietà Invasione di terreni ed edifi ci Vengono inasprite le pene per l'invasione di terreni ed edifi ci

Foto: Matteo Salvini


Foto: Il decreto sul sito www. italiaoggi.it/documenti-italiaoggi

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore