scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/10/2021

Sicurezza, 273 milioni nel nuovo bando Isi-Inail

Il Sole 24 Ore - Roberto Lenzi

AGEVOLAZIONI Lavoro
Una delibera rende noto l'importo dedicato alla prossima edizione In arrivo l'annuncio sulla data del click day per l'invio delle istanze 2020
Ammontano a oltre 273 milioni i nuovi fondi stanziati dall'Inail a valere sul bando Isi 2021 per la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Mentre è previsto per oggi l'annuncio sulla data del click-day per l'invio delle istanze sul bando Isi 2020, negli stessi giorni l'Inail rende già noto l'ammontare delle risorse per il bando che sarà pubblicato entro fine'anno. Lo fa pubblicando sul proprio sito la delibera Inail CIV n. 11 del 23 settembre 2021.

Oltre a comunicare l'ammontare delle nuove risorse, che sono pari a 273 milioni, la delibera evidenzia l'urgenza di adottare aggiornamenti e integrazioni alle linee di indirizzo in materia di concessione di incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi per la salute e sicurezza sul lavoro.

Confermati cinque assi

La delibera del Consiglio di indirizzo e vigilanza anticipa la conferma dei cinque assi di finanziamento già previsti anche nel bando 2020: progetti di investimento e modelli organizzativi e di responsabilità sociale (asse 1); riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (asse 2); bonifica di materiali contenenti amianto (asse 3); micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (asse 4); e, infine, micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (asse 5).

In termini di novità rispetto al passato, invece, tra i progetti di investimento dovrebbero essere aggiunti gli interventi per la riduzione del rischio incendio mediante adozione di sistemi di prevenzione e/o protezione, nonché per la riduzione del rischio infortunistico attraverso l'acquisto e l'installazione di dispositivi di protezione per il rilevamento automatico delle persone e di barriere per protezione da macchine fisse e semoventi.

Potranno essere finanziati anche investimenti per la riduzione del rischio radon mediante realizzazione di opere edili e di sistemi di ventilazione per i piani terra, seminterrati, interrati nei quali sia presente il gas. Nell'asse relativo ai rischi da movimentazione manuale dei carichi, potranno essere finanziate anche le macchine che, sulla base di soluzioni semplificate, non richiederanno una specifica valutazione del rischio e della sua riduzione con metodi previsti dalle norme Iso11228; contestualmente, saranno ampliate le macchine finanziabili per rischi da traino e da spinta di carichi e introdotte le macchine per la pulizia delle spiagge.

Modelli organizzativi e bonifica

Sono 14 milioni in più le risorse per la bonifica amianto rispetto al bando Isi 2018 (da 60 milioni a 74 milioni di euro), mentre aumentano di 3 milioni di euro i fondi destinati a sostenere i modelli organizzativi (da 2 a 5 milioni di euro).

In relazione ai settori di attività specifici di cui all'asse 4, sono stati individuati settori di attività collegati con la raccolta, trattamento, smaltimento, recupero, risanamento e gestione dei rifiuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI OBIETTIVI

Le indicazioni

La delibera Inail relativa alle risorse per il bando che sarà pubblicato entro la fine dell'anno conferma i cinque assi di finanziamento già previsti nel bando 2020

Cinque assi

Si tratta di progetti di investimento e modelli organizzativi e di responsabilità sociale (asse 1); riduzione del rischio da movimentazione manuale (asse 2); bonifica di materiali contenenti amianto (asse 3); micro e piccole imprese operanti in specifici settori (asse 4); micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria (asse 5)