MENU
Chiudi
02/08/2018

Si partirà dal progetto della Renco

QN - Il Resto del Carlino

NUOVO OSPEDALE LA REGIONE HA SCRITTO ALLE DUE DITTE CHE AVEVANO PRESENTATO DELLE PROPOSTE
di LUIGI LUMINATI MANCA la conferma ufficiale e forse anche la firma degli atti conseguenti. Tanto che il dirigente regionale responsabile Nardo Goffi si guarda bene dal rispondere al telefono. Ma l'ospedale di Pesaro ha fatto per certo un passo avanti. La Regione infatti ha inviato una lettera alle due società che avevano presentato un project financing in cui ribadisce che è stata fatta una scelta tra i due progetti. NELLA LETTERA, che è l'unico atto ufficiale per il momento noto, si parla di una graduatoria in cui il project presentato dalla Renco spa in atti con Siram ed altre aziende sarebbe quello con maggiore punteggio. Superando l'alternativo progetto presentato (con largo anticipo) dal gruppo Icm di Vicenza (ex-Maltauro). Il governatore Luca Ceriscioli lo ha anticipato ieri mattina ai microfoni di Rossini Tv di Amy Rossi, dicendo, più o meno, quello che su queste colonne abbiamo anticipato ad aprile scorso: «Stiamo andando avanti con il nuovo ospedaledi Muraglia - è stato il ragionamento del presidente -, abbiamo avvisato le società coinvolte della nostra decisione sul progetto da mettere a gara». Ovviamente non ha fatto riferimento al raggruppamente prescelto, ma la conferma è arrivata in serata. E' quello presentato dalla Renco spa. Non era un mistero il desiderio di avere società locali coinvolte. D'ALTRA parte da queste colonne era stato lo stesso Giovanni Gasparini, il presidente della Renco spa, a confermare tutto, mesi addietro: «Il 26 marzo, con un'associazione di imprese, abbiamo presentato - raccontò - un project financing per il nuovo ospedale di Muraglia. Renco, in particolare, parteciperà all'investimento in quota del 49%, Siram del 34,8%, Papalini del 7,3% e Linea Sterile dell'8,9%. Ovvero sia aziende pesaresi sia importanti aziende specifiche per i servizi». LA VERA novità era la decisione di aver presentato un progetto di fattibilità tecnica ed economica del nuovo ospedale di Muraglia attraverso un project financing light, con un numero limitato di servizi annesso. L'operazione ipotizzava un numero complessivo di 612 posti letto e un'estensione totale di 102.600 mq, 7,5 ettari circa. Previste 28 sale operatorie di cui 13 ordinarie 4 dedicate alla natalità e 11 di day/surgery-ambulatori chirurgici. Oltre 40 postazioni di terapia intensiva, 90 ambulatori. E per finire 4500 mq di pronto soccorso. Il tutto integrato con l'attuale presidio di Muraglia, dove rimarranno radioterapia e medicina nucleare. QUNDI sappiamo per certo che la valutazione tecnica del project financing è stata fatta. E gli esperti della regione considerano la soluzione Renco spa decisamente superiore. Ora bisognerà stringere i tempi per andare entro l'autunno ad una gara vera e propria attraverso il soggetto promotore (le ditte private) a cui la Regione darà prescrizioni ulteriori in fase di attivazione della gara sul progetto vero e proprio. TRATTANDOSI di un'area già di proprietà pubblica, senza la necessità di espropri e urbanisticamente con destinazione sanitaria; con evidenti vantaggi sia di tipo economico sia procedurale-autorizzativo e quindi con una drastica riduzione dei tempi amministrativi. Le aziende che vincerenno la gara avranno per 25 anni la convenzione ai servizi. A Renco e Siram, in linea con il nuovo codice degli appalti, spetterà occuparsi del servizio di manutenzione e gestione energia. Mentre a Papalini spa andrà il servizio di pulizie e sanificazione e a Linea Sterile il servizio di sterilizzazione e 'lavanolo'. LA PROCEDURA è però complessa e nulla è scontato: «È uno degli aspetti del project financing che può complicare le cose, ma anche dare più soddisfazioni imprenditoriali. Alla fine il promotore può decidere cosa fare, compreso il partecipare o meno alla gara - ebbe a dire Giovanni Gasparini -. Peraltro noi abbiamo presentato una versione veramente light. Con pochi servizi acclusi». SCHEDA

La sede a Muraglia

I PASSAGGI


L'edificio

Dovrebbe contenere 620 posti letto per 212 milioni di costi. Previsti anche i parcheggi: 65.000 mq circa che consentono di gestire circa 2500 utenti.


Project financing

Con il project financing parte del costo è finanziato con la cessione dei servizi per 25 anni. La proposta Renco è per un project piuttosto light


La gara è aperta

Scelto il progetto andrà messo a gara aperta tutti, promotore compreso: una volta aggiudicati i lavori dovranno concludersi nel giro di 5 anni e 5 mesi.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore