scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/01/2021

Sì dell’Asl al secondo lotto della Casa della salute: investimento da 1,2 milioni

Il Tirreno

Dopo il via libera al primo lotto da 1,1 milioni di euro, per il quale si terrà la gara d'appalto a fine inverno, è stato approvato il progetto di fattibilità Terricciola
Terricciola. La "nuova" Casa della salute de La Rosa prende forma. Entro fine inverno ci sarà la gara d'appalto per il primo lotto dei lavori di ampliamento del distretto socio-sanitario in via Verdi. Ieri l'Asl Toscana nord ovest ha approvato la documentazione tecnica dello studio di fattibilità per il secondo lotto di lavori.Si tratta di un intervento da 1,2 milioni, già inserito nel piano aziendale degli investimenti 2020-2022, e che sarà finanziato attraverso la Regione con le risorse messe a disposizione dal Comitato interministeriale per la programmazione economica della Presidenza del consiglio dei ministri. Il passaggio successivo prevede la stipula tra l'Asl e il ministero della Salute di un apposito accordo di programma che dovrebbe essere sottoscritto nel giro di qualche mese. I lavori di adeguamento della Casa della salute sono divisi in due lotti. Il primo prevede l'ampliamento della Casa della salute con la costruzione di un nuovo edificio accanto a quello esistente. Per questo lotto di lavori, che ha un importo di circa 1,1 milioni di euro (di cui 300mila finanziati dal Comune di Peccioli), è in via di completamento la progettazione esecutiva ed è previsto di poter andare a gara d'appalto entro la fine dell'inverno. Il secondo lotto di interventi, da 1,2 milioni, prevede la riorganizzazione funzionale del piano terra della struttura già esistente. Partirà dopo che saranno terminati i lavori del primo per poter trasferire temporaneamente i servizi dal vecchio al nuovo edifico. Concluso il secondo lotto, la Casa della salute sarà pronta ad accogliere ulteriori servizi, ambulatori e funzioni in spazi più adeguati, moderni e funzionali. La nuova Casa della salute sarà infatti dotata di quattro aree funzionali. L'area del distretto socio-sanitario con una sala prelievi, un ambulatorio infermieristico, uno pediatrico, uno odontoiatrico, ambulatori specialistici, spazi dedicati agli infermieri, agli amministrativi, al Centro unico di prenotazione e agli uffici degli assistenti sociali. Ci saranno anche una sala polivalente e un locale per i colloqui. L'area dedicata alla medicina generale con un ambulatorio infermieristico, uno dedicato alla piccola chirurgia e uno alla sanità d'iniziativa, cui aggiungere un'area per l'osservazione breve e una per la continuità assistenziale. La terza area sarà dedicata al servizio 118, che avrà un ambulatorio per le emergenze e locali per i volontari in servizio. La quarta, infine, accoglierà gli ambulatori del consultorio. Quattro sale d'attesa renderanno tutta la struttura e i servizi più fruibili.La progettazione della nuova Casa della salute ha coinvolto i sindaci di Terricciola, Peccioli, Chianni e Lajatico per rispondere alle necessità di adeguare le strutture sanitarie territoriali alle esigenze demografiche e ai bisogni di servizi socio-sanitari espressi dal territorio dell'Alta Valdera. --© RIPRODUZIONE RISERVATA