scarica l'app
MENU
Chiudi
23/10/2020

Sì al piano da 29 milioni di euro per rifare l’acquedotto del Roia Il governatore Toti annuncia l’approvazione e il finanziamento ministeriale «Prime gare d’appalto nel Dianese agli inizi del 2021, tutta l’opera in 4 anni» L’attesa soluzione alle ricorren

Il Secolo XIX - Claudio Donzella

Claudio Donzella / SanremoArriva una risposta, che promette di essere decisiva, all'emergenza idrica in provincia di Imperia, legata allo stato della vecchia condotta del Roja 1 - asse di distribuzione che copre quasi tutta la fascia costiera dal confine ad Andora -, soggetta a continue rotture (il tratto sanremese tra il porto vecchio e Capo Verde è addirittura disattivato da oltre un anno, sostituito a fatica dal parallelo Roja 2). E a farne le spese, soprattutto d'estate, è soprattutto il Golfo Dianese, che spesso rimane a secco, con pesanti disagi per residenti e turisti, e quindi danno per l'economia locale.«È pronto il piano per la realizzazione del nuovo acquedotto del Ponente», annuncia infatti il presidente della Regione Giovanni Toti. Che spiega: «Il progetto prevede il raddoppio e la sostituzione della rete idrica Roja- Ventimiglia-Andora. Sono 29 i milioni di euro complessivi di investimenti, coperti dal piano tariffario e da risorse del piano nazionale idrico del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dell'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera). Un progetto validato dall'Autorità di distretto».Continua il governatore: «Le prime gare d'appalto degli interventi verranno avviate già a inizio del prossimo anno per i lotti di Andora e del Dianese. La conclusione dei lavori è prevista per la fine del 2024. Con questo ampio progetto si va a risolvere un problema atavico, sentito e particolarmente rilevante per il Ponente della nostra regione. Ringrazio Gaia Checcucci, commissario ad acta della Provincia di Imperia per il governo dell'Ambito Ovest per il servizio idrico integrato, e tutti i sindaci del territorio per il loro impegno e il loro proficuo lavoro. Già a novembre si svolgerà la Conferenza dei servizi per avviare il percorso che porterà all'inizio dei lavori».Il risultato è il frutto del lavoro congiunto che è stato portato avanti a vari livelli, e in particolare proprio da Gaia Checcucci, superando anche le polemiche e le divergenze tra alcuni Comuni. In particolare, il commissario aveva più volte ribadito il suo ruolo e quello di Rivieracqua - la società idrica pubblica provinciale che sta cercando di superare la sua crisi economico-finanziaria attraverso il concordato preventivo con cui pagare i creditori - nella gestione dell'intera problematica, anche in risposta alle iniziative del sindaco di Imperia Claudio Scajola, che ha sempre ritenuto e ritiene un fallimento l'esperienza di Rivieracqua. Il capoluogo ha peraltro già ottenuto 2 milioni con cui realizzare un nuovo tratto di condotta del Roja 1 nel suo territorio, nel sedime dell'ex ferrovia, approfittando dei lavori per la pista ciclabile.«Grande soddisfazione» viene espressa dal sindaco di Sanremo Alberto Biancheri: «È una bella notizia che attendevamo, frutto in particolare del lavoro del commissario Checcucci, sostenuta dai Comuni che continuano a credere in Rivieracqua». --