scarica l'app
MENU
Chiudi
31/01/2020

Servizio 118, c’è bando Asl La Cgil: «Fuori dallo stallo»

Il Mattino

IL SANNIO
Luella De Ciampis
L'Asl approva il bando di selezione pubblica, indirizzato alle organizzazioni di volontariato, per l'affidamento triennale del servizio di soccorso e trasporto infermi in emergenza urgenza 118, per un importo complessivo di quasi 16 milioni di euro. Quindi, i costi massimi sostenibili stimati dall'azienda sanitaria per l'espletamento del servizio, che riguarda 12 postazioni distribuite sull'intero territorio provinciale, sono di: 5,246 milioni per il primo anno, e di 5,349 per ognuna delle due annualità successive.
A marzo 2018, il direttore generale Franklin Picker, aveva indetto la gara per l'affidamento del servizio di soccorso e trasporto infermi in emergenza, per un periodo di due anni, con possibilità di proroga per altri dodici mesi, per un importo complessivo di 11,298 milioni di euro, pari a 3,764 milioni di euro all'anno, mentre nel triennio precedente il servizio era stato gestito con una somma annuale di 4,500 milioni di euro. Le Misericordie e l'Ampas, avevano chiesto all'Asl di ritirare la gara.
L'istanza non era stata però accolta e il provvedimento del direttore generale sarebbe stato comunque applicato, se le due associazioni di volontariato non avessero inoltrato ricorso al Tar, evidenziando l'insufficienza dell'importo per garantire le esigenze del capitolato d'appalto. La V sezione del Tar Campania aveva annullato la gara d'appalto indetta dalla stessa Asl per l'aggiudicazione della gestione del servizio 118, riconoscendo la validità delle eccezioni mosse dalle Misericordie. L'Asl aveva inoltrato ricorso al Consiglio di Stato che, in sede giurisdizionale, aveva accolto il ricorso nella parte relativa all'affidamento diretto dell'appalto, ma aveva confermato, seppure con diversa motivazione, la sentenza del Tar per l'annullamento della gara d'appalto. «La notizia ci conforta - commenta Pompeo, della Cgil-Fp -. Consentirà l'uscita dallo stallo e il cambio di passo grazie agli investimenti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA