scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
18/08/2021

Servizi per l’infanzia, bando del Comune

QN - La Nazione

PESCIA Il Comune, ufficio pubblica istruzione, effettuare una ricognizione per le manifestazioni d'interesse da parte di gestori di servizi educativi privati accreditati rivolti alla prima infanzia (3-36 mesi) nella provincia di Pistoia, al fine di stipulare eventuali convenzioni per l'acquisto di posti-bambino per l'anno 2021/22. Possono presentare la domanda per l'acquisizione di manifestazione di interesse al bando i gestori di servizi educativi per la prima infanzia privati accreditati al momento della pubblicazione del bando; hanno requisiti di solidità economica, patrimoniale e gestionale, a garanzia della continuità della convenzione da stipulare e a tutela degli utenti; possiedonoalla data di presentazione della manifestazione di interesse un Durc regolare o altra certificazione di regolarità fiscale e non trovarsi in altre condizioni oggettive di difficoltà economica. Le domande di manifestazione d'interesse hanno la finalità di comunicare la disponibilità ad avviare rapporti di convenzionamento con il Comune, che si riserva la facoltà di non convenzionarsi, per l'acquisto di posti bambino, nel caso non ci siano richieste da parte dei cittadini al servizio interessato o nel caso in cui i requisiti richiesti, pur posseduti alla data della pubblicazione del bando, possano successivamente decadere. Una volta raccolte le manifestazioni d'interesse il Comune provvederà a individuare i gestori con i quali sottoscrivere le convenzioni. Le eventuali convenzioni che si instaureranno avranno ladurata di un anno educativo (settembre 2021/giugno 2022) I gestori interessati dovranno aderire compilando il modulo predisposto dal Comune su www.comune.pescia.pt.it sezione News. La domanda dovrà essere presentata entro il 5 settembre con consegna a mano al protocollo generale del Comune o tramite pec comune.pescia@legalmail.it. L'omessa trasmissione con esito positivo di consegna di tale documentazione è causa di esclusione. Il mancato ricevimento di tale documentazione non è imputabile al Comune e rimane nella responsabilità del soggetto che la invia. Motivi di esclusione sono le domande di adesione al bando pervenute oltre il termine previsto; non siano sottoscritte dal legale rappresentante; siano redatte in forma ambigua o incompleta; mancanza dei requisiti di partecipazione previsti; si rilevino elementi non veritieri a un successivo controllo.