scarica l'app
MENU
Chiudi
27/10/2020

Servizi ambientali, il Tar boccia il ricorso dell’Ati E l’ex direttore chiede 200mila euro di risarcimento

QN - Il Giorno

Parona
L'associazione temporanea d'impresa che il Clir aveva costituito con la Tecknoservice di Piossasco (Torino) per l'affidamento dei servizi di igiene ambientale di sei Comuni della Lomellina (Candia, Castello d'Agogna, Castelnovetto, Rosasco, Sant'Angelo e Zeme) non aveva i requisiti per partecipare alla gara. Lo ha confermato il Tribunale amministrativo regionale della Lombardia respingendo il ricorso della Ati che si era aggiudicato l'appalto. L'incarico era stato però annullato in autotutela nel dicembre 2019 dal responsabile unico del procedimento. L'appalto era perciò andato alla seconda classificata, la Sangalli di Monza, che peraltro svolgeva un analogo servizio per i Comuni di Robbio e Cilavegna. Le due aziende riunite nella Ati dovranno decidere ora se impugnare la sentenza al Consiglio di Stato. Intanto anche l'ex-direttore amministrativo del Clir, Franco Accolti, ha impugnato il procedimento del suo licenziamento chiedendo un risarcimento di 200 mila euro. U.Z.