scarica l'app
MENU
Chiudi
07/02/2020

Serracchiani (Pd): verifiche su appalto Centro Malala per rifugiati a Trieste

Avvenire

L'INTERROGAZIONE
«Il Ministero dell'Interno verifichi le condizioni di aggiudicazione e affidamento dell'appalto per la gestione del centro di prima assistenza per i richiedenti asilo "Casa Malala"» alla società Ors-Italia. «Il ribasso del 14%, che ha permesso l'aggiudicazione, appare anomala dal punto di vista tecnico e economico, e la mancanza di esperienza triennale di questa società, nonché il suo carattere esplicitamente commerciale, sollevano dubbi sulla qualità dei servizi». La richiesta è della deputata dem Debora Serracchiani, in un'interrogazione al Viminale, per fare chiarezza sull'appalto per la nuova gestione della struttura di Trieste, dopo sei anni di gestione di Consorzio italiano di solidarietà (Ics) e Fondazione Caritas di Trieste. Per Serracchiani «il caso particolare di Trieste si inserisce in un contesto più ampio, da Nuoro a Milano a Traiskirchen in Austria, che registra il mutamento delle caratteristiche dell'accoglienza dei richiedenti asilo che dopo i decreti Salvini, si presta a diventare un "mercato" riservato a grandi società internazionali capaci di abbattere i costi con la forza dei numeri ma non di assicurare standard adeguati». (Sul caso Avvenire.it del 5 gennaio)