scarica l'app
MENU
Chiudi
20/03/2020

Serena ArbizziUn nuovo bando per il servizio Taxi …

Gazzetta di Modena - Serena Arbizzi

Serena ArbizziUn nuovo bando per il servizio Taxi anch'io. Lo ha emesso l'amministrazione comunale dopo che il primo, risalente a circa tre mesi fa, era andato a vuoto. Nel secondo bando il Comune ha adeguato l'offerta economica, innalzandola per un servizio pensato per i giovani che si muovono il sabato notte all'interno dell'intero territorio comunale per raggiungere i punti di aggregazione rappresentati da pub, birrerie, bar e locali che prolungano la propria fascia di servizio anche nelle ore notturne. "Servizio che ha l'ambizione di cercare di indirizzare l'utenza giovane verso un sistema di trasporto alternativo all'uso dell'auto privata - si legge nella delibera del Comune - L'aspetto della sicurezza stradale si lega profondamente a questo concetto nella consapevolezza che la lotta agli incidenti causati dall'uso di alcool si attua anche in questo modo, distaccando dalla responsabilità della guida i giovani. Senza contare la maggiore sicurezza per l'utenza femminile". Il servizio, nel tempo, si è anche dimostrato importante per promuovere e coniugare la coscienza ambientale, la sicurezza stradale e i sani stili di vita. Da dicembre 2017 fino al 28 marzo il servizio è stato affidato a Co.Ta.Mo., il Consorzio Taxisti Modenesi, a un costo per notte di esercizio, pari a 170 euro. L'appalto del servizio era stato riproposto allo stesso prezzo, ma la gara è andata deserta. Il costo unitario del servizio è stato pertanto accresciuto a 190 euro elevando di conseguenza la base d'appalto, per poter incontrare l'interesse degli operatori. Il servizio di taxi settimanale, dunque dal primo aprile 2020 a 31 marzo 2022, prevede 104 sabati notte di attività. In tutto, quindi, il Comune stanzierà 19.760 euro per il Taxi anch'io. «Il primo bando era andato a vuoto - spiega l'assessore Riccardo Righi - Evidentemente quanto era stato messo a budget non era adeguato. Quindi abbiamo riproposto il bando con offerta economica rimodellata nella speranza di trovare risposta. Una volta ripubblicato lo abbiamo, però, dovuto fermare perché il servizio ora che non troverebbe risposta». Con i decreti emessi contro il Coronavirus, infatti, sono vietati gli assembramenti e i luoghi di divertimento chiusi. Ma il bando è valido. E Co.Ta.Mo è interessato. «Confermiamo il nostro interesse - afferma Andrea Milani, portavoce carpigiano del consorzio - inoltre vorremmo proporre un incremento del servizio. L'uso del taxi nelle serate di movida è più sicuro». --