scarica l'app
MENU
Chiudi
01/06/2019

Senza stipendio da marzo, ieri la protesta

QN - Il Resto del Carlino

SINDACATI
CHIEDONO risposte i dieci lavoratori dell'appalto di logistica e installazione grandi elettrodomestici di cui è committente Unieuro. Ieri mattina il gruppo si è dato appuntamento davanti alla sede dell'azienda a Santa Maria Nuova di Bertinoro. I dieci sono in sciopero a dal 14 maggio. Non avendo ricevuto lo stipendio da marzo si sono rivolti ai sindacati. «Ciò che è emerso - scrivono in una nota Luigi Montesano di Filt Cgil e Viola Malandra della Fiom - è un quadro di irregolarità negli appalti e subappalti che vedono Unieuro committente, Amati Jr appaltatore, Crc Consorzi subappaltatore e MP1 srls affidatario finale del servizio». MP1 srls pagava con solo un terzo della busta paga e il resto con rimborsi. Unieuro specifica che «MP1 srls non ha mai ha avuto alcun rapporto contrattuale diretto» e che «mai erano stati segnalati inadempimenti». Si è attivata ottenendo che l'appaltatore Amati Jr «paghi le remunerazioni da marzo a maggio». È stato infine individuato un nuovo appaltatore «di comprovata professionalità»: si tratta di Fast-est, che è disponibile «ad assumere i dipendenti della ditta MP1 srls». Tuttavia, dice Unieuro, «abbiamo appreso, con non poca sorpresa, che lavoratori e sindacati avrebbero rifiutato tale soluzione».