MENU
Chiudi
18/07/2018

Sei alloggi a canone agevolato e quattro per l’emergenza

Il Tirreno

Si tratta di patrimonio pubblico recuperato e messo a disposizione di chi ha redditi superiori a quelli fissati per gli appartamenti popolari Bando del comune
viareggioNovità in corso sul fronte emergenza abitativa in città. A pochi giorni di distanza dall'apertura del bando attraverso il quale il Comune ha assegnato 4 alloggi ad altrettanti nuclei in condizione di emergenza abitativa (reddito Isee non superiore a 16mila e 500 euro e in possesso di un provvedimento di sfratto esecutivo), arriva un nuovo bando per l'assegnazione, di 6 alloggi a canone agevolato. Si tratta di una serie di alloggi del patrimonio immobiliare recuperati al degrado e posti in affitto ad un canone agevolato (parametrato secondo i contratti territoriali in essere) a persone e nuclei familiari con reddito Isee superiore a quello previsto per gli alloggi Erp ed emergenza abitativa ma inferiore alla soglia dei 18.000 euro. « Aggiungiamo - spiega l'assessore Gabriele Tomei - un ulteriore gradino al sistema di offerte per contrastare il disagio abitativo attraverso una scala di interventi progressivi e graduali. Gli alloggi a canone agevolato rispondono al problema alloggiativo di chi non ha i requisiti per accedere alla casa popolare, ma non ha un reddito sufficiente per trovarla (almeno temporaneamente) sul libero mercato». L'amministrazione del sindaco Giorgio Del Ghingaro conta di pubblicare almeno un bando di questo tipo ogni anno. «Il numero di immobili messi a disposizione dipenderà dall'esito del lavoro congiunto che gli uffici stanno realizzando», viene spiegato, « da un lato per l'individuazione e liberazione degli alloggi di proprietà comunale occupati senza titolo e dall'altra del loro ripristino e manutenzione. Uno sforzo congiunto per restituire alla città il valore del proprio patrimonio abitativo pubblico».In merito alla graduatoria per l'assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica cui fa riferimento la note del Comune, va rilevato che nella determina 812 del 10 luglio scorso a firma del dirigente (e segretario generale del Comune) Fabrizio Petruzzi si legge: «Considerato che il suddetto bando per l'assegnazione degli alloggi in emergenza abitativa è stato pubblicato all'Albo pretorio dal 13 luglio 2018 al 27 luglio 2018...», e la domanda è inevitabile: come fa ad esservi la graduatoria approvata con determina del 10 luglio, quando il bando - secondo le date citate nell'atto - non era ancora pubblicato all'Albo pretorio?Sul fronte casa, inoltre, va segnalato che l'amministrazione comunale ha rimesso mano alla situazione dello stabile di via delle Catene, destinato per intero all'emergenza abitativa. Modificando i canoni e censendo gli alloggi occupati e quelli vuoti che, dunque, possono essere messi a disposizione. --DONATELLA FRANCESCONI BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore