scarica l'app
MENU
Chiudi
01/06/2019

«Se Salvini vuole querelare 5 milioni di iscritti, quereli tutti ma non scappi dal problema e a

Brescia Oggi

«Se Salvini vuole querelare 5 milioni di iscritti, quereli tutti ma non scappi dal problema e affronti la questione». La Cgil replica così alla «decisione del ministro dell'Interno di querelare un segretario confederale della Cgil in merito alle dichiarazioni sullo sblocca cantieri». E sottolinea: «Salvini, invece di buttarla in rissa, di sviare l'attenzione, affronti i problemi, entri nel merito delle questioni, cambi le leggi sbagliate che, come tutti dicono e sanno, agevolano le mafie e i comportamenti criminali». «È sotto gli occhi di tutti - scrive la Cgil - che sono provvedimenti sbagliati. L'ha detto anche l'Anac che siamo di fronte al rischio concreto di aggravare talune criticità esistenti». E poi, prosegue il sindacato, «come si può proporre, addirittura, la sospensione del Codice degli appalti? Si correrebbe il rischio di aprire le porte alla criminalità organizzata».