scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
31/08/2021

Scuole, su mensa e trasporti partenza frenata: genitori allarmati

Gazzetta di Mantova - RICCARDO NEGRI

viadana
VIADANA «L'amministrazione si è fatta trovare impreparata dall'inizio dell'anno scolastico». Ad accusare la giunta di mancanza di programmazione è il consigliere comunale Adriano Saccani (capogruppo Uniti per Viadana). L'intervento di Saccani prende le mosse dalla recente apertura, da parte del Comune, dell'iter per l'affidamento del servizio di refezione scolastica: un appalto da circa 600mila euro per il prossimo anno scolastico. «Quando si tratta di servizi così importanti e strategici - interviene l'esponente Pd - di norma gli appalti vengono programmati e pianificati su un arco di tempo pluriennale, al fine di ammortizzare i costi e seguire le linee guida normative regionali e nazionali». Nel caso in questione non si seguirà invece tale indicazione in quanto - come ha spiegato l'ente stesso - i lavori di riqualificazione delle cucine scolastiche sono ancora in corso, senza contare le incertezze ancora legate alla pandemia in corso. «Contrariamente a quanto annunciato a suo tempo dalla giunta e dall'assessore competenze - ribadisce Saccani - l'appalto sarà in questo caso annuale, e non pluriennale. Eppure i lavori di sistemazione delle cucine sono stati progettati da risorse interne all'amministrazione comunale, e il progetto generale è già stato approvato dalla giunta. Si tratta di un intervento frutto di un accordo maggioranza-opposizione risalente al 2020». Saccani fa notare che sono stati avviati anche altri interventi di sistemazione dei plessi scolastici, «deliberati già dall'amministrazione precedente e coperti da finanziamenti statali e regionali». Secondo il consigliere di opposizione, insomma, non era opportuno farsi trovare impreparati all'inizio dell'anno scolastico: «Molti genitori ci hanno interpellato per chiedere delucidazioni in merito alla durata dell'appalto». Il gruppo consiliare Uniti per Viadana presenterà una interrogazione sul tema, da discutere nel prossimo consiglio comunale: «Chiederemo all'amministrazione come mai non si sia proceduto con un appalto pluriennale, come di solito è consuetudine. Chiederemo inoltre di sapere a che punto sono giunti i lavori di riqualificazione delle cucine scolastiche; e, nel caso siano necessari nuovi e ulteriori interventi strutturali, come mai l'amministrazione, prima di progetto e ristrutturazione, non abbia ritenuto opportuno confrontarsi con tutti i soggetti che hanno voce in capitolo riguardo alla refezione scolastica». In vista della ripresa delle lezioni, sono intanto già aperte le iscrizioni a servizi mensa e trasporto scolastico. I moduli e le informazioni del caso sono a disposizione online sul portale internet del Comune. Si specifica peraltro che gli scuolabus delle linee 228bis e 230bis (da e per le scuole elementari e medie Vanoni) hanno i posti a sedere di fatto già tutti occupati. È una conseguenza delle normative Covid. «Ulteriori domande - si legge sul sito - andranno in lista d'attesa, ed eventualmente rientreranno qualora dovessero rendersi disponibili posti liberi». Alcuni genitori hanno espresso sui social contrarietà per tale limitazione. --RICCARDO NEGRI © RIPRODUZIONE RISERVATA