MENU
Chiudi
07/11/2018

Scuola «Padre Pio» la palestra sarà realtà

La Gazzetta Del Mezzogiorno - ONOFRIO BRUNO

ALTAMURA NON È L'UNICO ISTITUTO PRIVO DI UN AMBIENTE IDONEO PER LO SPORT. DALLA REGIONE ARRIVANO 700MILA EURO
Dopo un lungo iter arriva la gara d'appalto: spesa di oltre 2 milioni
l ALTAMURA. Dopo una lunga e complessa trafila amministrativa, arriva la gara d'appalto per realizzare la nuova palestra della scuola media «Padre Pio». Non è l'unico istituto scolastico dove manca un ambiente idoneo per lo sport. L'opera pubblica rientra nel piano triennale della Regione per l'edilizia scolastica. Gli adempimenti sono stati tali e tanti che durante gli anni si sono fatte varie sollecitazioni, nel timore di perdere i fondi messi a disposizione. E così si giunge sempre ad una corsa contro il tempo per arrivare prima della fine dell'anno alla stipula del contratto. La storia di questo progetto e del finanziamento è stata molto macchinosa. La costruzione della palestra è prevista nel piano triennale del Comune dal 2014. Progettazione affidata ad un professionista esterno. Inizialmente l'im porto progettuale è di 1.750.000 euro e la proposta viene candidata ad un avviso della Regione, con la richiesta di 700.000 euro. E' ammis sibile ma non finanziata. Nel frattempo il Comune prevede di procedere con la gara con fondi propri ma poi si ferma. Perché intanto la graduatoria regionale scorre con l'aggiunta di altre risorse economiche. La «Padre Pio» non rientra ancora. Finché il Ministero dell'istruzione stanzia dei fondi e grazie alla quota parte spettante alla Puglia la palestra ottiene il finanziamento. Soldi che sono i benvenuti. Si arriva a quest'anno. Bisogna aggiornare le somme in base alla revisione del prezziario regionale. E questo adeguamento non riguarda solo l'opera in questione bensì anche altre. Restando alla palestra, l'importo sale a 2.150.000 euro, quindi maggiori oneri per le casse pubbliche poiché il finanziamento regionale rimane di 700.000 euro. Ad ogni modo si va avanti perché la linea del traguardo si avvicina... ma quanta fatica. Norme sui contratti, prezzi da rivedere e quant'al tro, gli atti da predisporre sono sempre più numerosi. Comunque c'è il via libera. . Il Miur, titolare dei fondi con cui la «Padre Pio» è stata ripescata per l'edilizia scolastica pugliese, stabilisce che gli enti interessati devono «procedere all'aggiudi cazione degli interventi e/o alla stipula dei contratti di appalto non oltre il 20 dicembre 2018». La gara è partita. La procedura è di tipo telematico, sulla piattaforma «Empulia». Un sospiro di sollievo perché questa sta andando in porto. Ma pur sempre con le dita incrociate.

Foto: LA NOVITÀ Il Comune ha avviato le procedure per la gara d'appalto per la realizzazione della palestra alla scuola «Padre Pio»

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore