scarica l'app
MENU
Chiudi
02/07/2019

Scuola antisismica ed ecologica I lavori partiranno in autunno

Gazzetta di Mantova - Francesco Romani

Chiuso l'appalto da 1,3 milioni per costruire il nuovo plesso della primaria L'edificio sarà in legno strutturale. Le luci si adegueranno alla luminosità esterna motteggiana
Francesco RomaniMOTTEGGIANA. Partiranno in autunno i lavori di costruzione della nuova scuola primaria del capoluogo. L'opera, un cantiere da un milione e 300mila euro, era stata progettata nel 2012, ma solo due anni fa aveva ricevuto la certezza di un finanziamento statale, condizione essenziale per poter procedere viste le risicate risorse finanziarie del piccolo Comune. Il bando di gara si è chiuso con la partecipazione di tre gruppi. Le offerte sono in corso di valutazione e l'assegnazione provvisoria sarà fatta entro il mese. A settembre si potrà procedere con l'assegnazione concreta del cantiere e quindi con l'avvio dei lavori che dureranno un anno. Se non ci saranno intoppi, con l'anno scolastico 2020-2021 la primaria potrà trasferirsi nel nuovo edificio.La necessità di avere un moderno edificio scolastico al posto delle scuole attuali era nata già una decina di anni fa. Nel 2012 l'allora giunta retta dal sindaco Fabrizio Nosari aveva dato mandato per studiare una soluzione. Il progetto preliminare era stato approvato alla fine di novembre di quell'anno. Prevedeva di costruire in aderenza con l'edificio attuale un blocco costituito da cucine e mensa ed un secondo dalle aule in sostituzione delle esistenti.Nell'aprile del 2015 il progetto, elaborato dallo studio Squassabia di Mantova è stato approvato nel suo avanzamento di stadio definitivo. Con quello in mano, la giunta è andata alla caccia dei fondi necessari, stimati in un milione e 240mila euro. Nel frattempo, vendendo un terreno di proprietà, il Comune ha reperito i fondi per procedere autonomamente alla costruzione della mensa. Solo alla fine del 2017, il Ministero dell'istruzione ha comunicato l'ammissione del progetto al finanziamento statale di quasi un milione a copertura del 90% delle spese necessarie. Un anno dopo si è finalmente riusciti, avendo da un lato il progetto definitivo e dall'altro il finanziamento necessario, a procede alla gara. L'appalto è stato affiato alla centrale unica di committenza (Cuc) dell'Oltrepò che nei giorni scorsi ha chiuso la gara. Tre le ditte partecipanti che ora sono al vaglio della commissione.Il progetto prevede di costruire con pannelli in legno strutturale (X-Lam) un edificio a due piani, interamente antisismico ed in classe energetica A. Un risultato raggiunto anche attraverso l'uso di luci particolari che si adegueranno istante per istante alla luminosità esterna. L'edificio avrà 5 aule più una laboratorio. I tempi i esecuzione grazie alla nuova tecnologia costruttiva, saranno ridotti ad un solo anno in modo da avere, se non accadranno intoppi, la nuova scuola pronta per i prossimo anno scolastico. Il vecchio edificio resterà a disposizione della comunità per usi pubblici. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI