scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/06/2021

Scritte offensive sui muri del centro sportivo

QN - Il Giorno

CORNAREDO «Albertani truffatore... paga o paghi». E ancora, «Albertani pezzente e sindaco incompetente». Poco distante stessi caratteri cubitali e calligrafia, «sindaco colluso, te la fai con i truffatori». Sono le scritte apparse sulla tensostruttura e sui muri del centro sportivo Pertini di Cornaredo. Accuse e insulti gravi collegati al bando pubblicato dal Comune per la gestione della struttura per i prossimi 15 anni. Questi gli antefatti: la scorsa estate il centro sportivo di via dello Sport era rimasta senza gestore dopo che l'associazione sportiva di arti marziali Dojo Yohkon si era tirata indietro a causa di una serie di problemi finanziari in parte imputabili al lockdown e allo sto alle attività. Il Comune aveva indetto un bando provvisorio, della durata di un anno, che aveva come obiettivo far ripartire le attività sportive. Al bando avevano partecipato due società sportive del territorio: l'Us Settimo Calcio e l'Ac Sedriano Calcio. La prima società, di cui Alberto Albertani è presidente, aveva vinto la gara e da settembre aveva riaperto la struttura, non senza difficoltà, per le nuove chiusure imposte dai Dpcm, come il ritardo nel pagamento degli stipendi che è stato motivo di malumori. «Le scritte sono un fatto grave, abbiamo presentato la denuncia ai carabinieri e provveduto a cancellare le scritte - commenta il sindaco Yuri Santagostino - voglio evidenziare che il sindaco e gli amministratori comunali non hanno nessun ruolo nell'aggiudicazione dei Bandi, sono i tecnici che verificano condizioni e offerte fatte dai partecipanti. Mi spiace per il clima che si è creato. Sul pagamento degli stipendi noi abbiamo sollecitato e incontrato più volte il gestore. Ora con il bando vogliamo riprendere tutte le attività sportive all'interno del centro».Roberta Rampini