scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/02/2021

Scontro sul bando dei contributia fondo perduto L’ opposizione:i nostri appelli caduti nel vuoto

Gazzetta del Sud

Sant' Andrea, «proposte ignorate dall'amminist razione»
La minoranza aveva chiesto pure uno sportello per le informazioni
SANT' ANDREA «Le nostre proposte non hanno avuto alcun riscontro». Il gruppo consiliare di minoranza "Uni re Sant'And rea" commenta così il mancato coinvolgimento da parte dell' amministrazione comunale, guidata dal sindaco Nicola Ramogida, nella redazione del bando di erogazione dei contributia fondo perduto previsti dal Fondo nazionale di sostegno per le attività economiche, commercialie artigianali delle aree interne. Anche il Comune di Sant' Andrea, così come gli altri enti facenti parte dell' Unione dei Comuni del Versante ionico, ha pubblicato il bando che prevede uno stanziamento di 35mila euro per il 2020, mentre per il biennio 2021/2022 ne prevede uno paria un totale di oltre 46mila euro. «Tale contributo- afferma il gruppo di opposizione - rappresenta una " boccatad'ossi geno" per le diverse attività presenti nel territorioe provate dalla crisi economico-sanitaria. Per questa ragione riteniamo utilii fondi statali concessia pioggia a tuttii Comuni delle aree internee di cuiè necessario fare buon uso anche attraverso una redistribuzione equa che possa favorire tutte le attività». Alla luce di ciò,i consiglieri di minoranza, dopo aver esaminato attentamente il bando, avevano avanzato, per le vie brevie informali, alcune proposte che andassero nella direzione di migliorare il bando stesso. In particolare, era stato proposto alla maggioranza di inserire un limite massimo di erogazione del contributoe che in caso di eventuali pendenze verso il Comune si potesse prevedere la possibilità di rateizzare il debito, per regolarizzare la posizione. «Abbiamo richiesto inoltre- ha aggiunto"Uni re Sant'And rea"-l' apertura di un apposito sportello per garantire le giuste informazionia tutte le persone interessate. Le nostre proposte sono state avanzate nello spirito di una fattiva collaborazione, per il bene comune, in un momento caratterizzato da gravi difficoltà economiche. La nostra disponibilità assieme alle nostre proposte non hanno avuto alcun riscontro perché, ciè stato detto, il bando era già stato pubblicatoe coinvolge diversi Comuni. Se avessimo avuto la possibilità di esaminarlo prima della pubblicazione avremmo detto volentieri la nostra. Una domanda- concludel' opposizione- in che senso la minoranza deve essere collaborativa?». l e.va.

Foto: Municipio Il gruppo" Uni re Sant' Andrea": ignorati dalla Giunta