MENU
Chiudi
24/09/2018

Scivoli e percorsi per i disabili entro Natale i primi cantieri

La Gazzetta Del Mezzogiorno

LA CITTÀ CAMBIA INIZIATIVE E PROGETTI LO SPORT PER TUTTI Si è disputata a Pane e pomodoro la gara di thriatlon e di paratriathlon a cui ha partecipato un gruppo di atleti diversamente abili
L'assessore Galasso: «Al via il piano per eliminare le barriere architettoniche»
l I paratleti e i normo abili si sono sfidati in prove di thriatlon e di paratriathlon, su un unico percorso cittadino, a nuoto nello specchio d'acqua di Pane e pomodoro e di corsa e in bicicletta sul lungomare. Una festa dello sport quella organizzata dalla cooperativa Zero Barriere con il Cus e in collaborazione con l'associazione LeZZanZare, che lancia un messaggio: tutto è possibile se si ha la capacità di guardare oltre. Oltre la disabilità, quindi, ma anche oltre tutti i limiti, le difficoltà, le fragilità che frenano il cambiamento. Quella che si è svolta ieri è la seconda edizione della manifestazione nata inoltre con l'obiettivo di accendere i riflettori sulla necessità di costruire una città a misura di cittadino, di tutti i cittadini inclusi quanti si spostano con la sedia a rotelle, che camminano sulle superfici in rilievo tracciate per i non vedenti, quelli per cui l'autonomia non deve più essere un percorso a ostacoli. È la dimostrazione di come si possa raggiungere il medesimo traguardo a dispetto delle diversità individuali, psichiche e fisiche. Testimonial è stato Luca Mazzone, campione del mondo e olimpionico di coppia di handbike. Nel presentare l'evento, il sindaco Antonio Decaro ha detto che lo sport da sempre è un elemento in grado di annullare qualsiasi tipo di differenza. E le azioni messe in campo dall'amministrazione comunale con il Peba, il Piano per l'eliminazio ne delle barriere architettoniche, per il quale sono stati stanziati 900mila euro in tre anni, vanno in questa direzione. Il primo intervento è la realizzazione di una rampa in piazza Chiurlia per consentire ai cittadini con disabilità motoria di superare i sei gradini che rendono inaccessibile l'accesso a Bari vecchia. Spiega l'assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso: «L'accordo quadro è stato già contrattualizzato. È un appalto che vuole risolvere una serie di problematiche legate alle barriere architettoniche. Non si tratta di semplici scivoli, ma di interi itinerari che, attraverso l'apposizione di scivoli o di dispositivi sonori utili per ipovedenti o non vedenti, consentiranno ai diversamente abili di muoversi su questi camminamenti». Quello della città vecchia è il primo intervento che rientra nel Peba e che i tecnici del Comune hanno cominciato a simulare. Dice Galasso: «Faremo una rampa laterale per superare il dislivello rappresentato dalla scalinata per agevolare l'accesso a Bari vecchia e da lì a una serie di percorsi. Riguardo alla manutenzione della pavimentazione, in presenza di basole inclinate, mosse o sprofondate, faremo riferimento a un appalto che è andato in gara ed è di prossimo avvio, fatto ciclicamente per garantire la sicurezza di vicoli e slarghi del centro storico. Questo camminamento è una sorta di prosecuzione di quanto realizzato nella nuova via Sparano». Dal centro alle periferie. Continua l'assessore: «A Ceglie tempo fa abbiamo fatto un sopralluogo con alcuni disabili, individuando un percorso di interesse che collega la parrocchia, l'ufficio postale, la piazza del centro, la farmacia e gli uffici dell'Inps. Ma non ci fermeremo qui. Accanto alle opere prioritarie, contiamo di dare seguito a tutte le segnalazioni e a tutte le richieste avanzate agli uffici comunali dalle associazioni e dai singoli con disabilità. In seguito punteremo su alcune aree particolarmente frequentate come parchi, uffici pubblici e scuole, per renderle accessibili secondo le indicazioni che ci verranno fornite». La copertura dell'appalto triennale è di 200mila euro per il 2018, 300mila euro per il 2019 e 400mila euro per il 2020. Non è esclusa la possibilità che la terza annualità venga anticipata. I primi cantieri partiranno entro la fine dell'anno. antonella fanizzi

Foto: ZEROBARRIERE La manifestazione a cui ha preso parte anche un gruppo di disabili e piazza Chiurlia [foto Luca Turi]


Foto: LA DEMOLIZIONE Sono state rimosse le travi del ponte di viale Traiano che collega Madonnella a Japigia [foto in basso Luca Turi]

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore