MENU
Chiudi
07/09/2018

Scansare errori negli appalti

ItaliaOggi - ANDREA MASCOLINI

La Commissione Ue stila una guida di buone prassi nelle gare pubbliche per p.a. e imprese
Check list di controlli prefi ssati in fase di aggiudicazione
Evitare errori nella gestione degli appalti pubblici, partendo innanzitutto da una accurata pianifi cazione studio dell'intervento; applicare una dettagliata check list di controlli sulle diverse fasi della procedura. Sono queste alcune delle indicazioni contenute nella corposa guida (132 pagine) predisposta dai Servizi della Commissione responsabili degli appalti pubblici, in consultazione con gli esperti di appalti pubblici degli Stati membri. Le best practices si rivolgono principalmente agli operatori del settore degli appalti che operano in seno alle amministrazioni aggiudicatrici nell'Unione europea e sono incaricati di pianifi care ed effettuare l'approvvigionamento di lavori, forniture o servizi pubblici, ma anche alle imprese che dovranno applicare le clausole degli atti di gara. Si tratta di una versione aggiornata dei cosiddetti «orientamenti» in materia di appalti pubblici di qualche mese fa su come evitare gli errori più comuni nei progetti fi nanziati dai Fondi strutturali e d'investimento europei, rivista per tenere conto delle nuove norme semplifi cate dell'Ue in materia di appalti pubblici e delle prime esperienze dirette della loro applicazione sul campo. Non si tratta di un manuale di istruzioni (ad esempio una circolare) su come adempiere alle prescrizioni delle direttive appalti pubblici ma di un supporto per orientare i funzionari responsabili degli appalti pubblici di enti locali e regioni. Si parte quindi dalla fase preparatoria di una procedura di appalto mira all'elaborazione di una procedura solida per la consegna dei lavori, dei servizi o delle forniture richiesti, ed è la fase più cruciale in assoluto poiché le decisioni prese in tale sede determineranno la riuscita dell'intera procedura. La Guida sottolinea che ci possono volere anche mesi di programmazione ma «una buona pianifi cazione dovrebbe però consentire di ridurre al minimo il rischio di dover modifi care o variare un appalto durante l'attuazione e può contribuire a evitare errori». E proprio l'analisi delle procedure di fi nanziamento Ue hanno dimostrato alla Commissione che la scarsa pianifi cazione è la causa principale degli errori di una procedura di appalto. Ecco quindi che la Ue sottolinea come possa essere molto utile coinvolgere parti interessate esterne qualora la competenza richiesta non sia disponibile all'interno dell'amministrazione aggiudicatrice. Potrebbe trattarsi di esperti specializzati (ad esempio architetti, ingegneri, avvocati, economisti) o persino di organizzazioni imprenditoriali, altre autorità pubbliche o imprese. Sul fronte dei possibili confl itti di interesse si suggerisce che imprese e professionisti siano invitati a «dichiarare qualsiasi eventuale confl itto di interessi al momento della presentazione delle loro offerte. Tale dichiarazione potrebbe rappresentare un requisito minimo fi ssato nei documenti di gara». Nella guida vengono poi trattati i profi li relativi alle analisi di mercato, alle consultazioni preliminari di mercato, al calcolo della stima dei corrispettivi, alla suddivisione in lotti dell'appalto, alla defi nizione dei requisiti di accesso alla gara, alla presentazione delle offerte e alla loro valutazione, alle richieste dei chiarimenti formulate da imprese e concorrenti e alla fase di esecuzione del contratto, ivi compresa la fase di gestione di reclami e ricorsi. Viene inoltre fornito uno strumentario in cui sono evidenziati gli errori più comuni, la lista di controllo per la stesura del Capitolato d'oneri, la lista di controllo per la verifi ca di appalti pubblici e un modello di dichiarazione di assenza di confl itti di interessi e di riservatezza.

I temi nella Guida Ue su come evitare gli errori

Introduzione - Come utilizzare le indicazioni della guida Modifi che principali introdotte dalla direttiva sugli appalti pubblici 2014/24/UE: 1. Preparazione e pianifi cazione 2. Pubblicazione e trasparenza 3. Presentazione delle offerte e selezione degli offerenti 4. Valutazione delle offerte e aggiudicazione 5. Esecuzione del contratto di appalto 6. Strumentario

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore