scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
10/10/2020

Sanificazione per i nidi comunali

La Gazzetta Del Mezzogiorno

NUOVO APPALTO DELLE PULIZIE
l Nuovo appalto per i servizi di pulizia, sanificazione e sorveglianza all ' interno degli asili nido comunali. La durata dell ' appalto è stata fissata in tre anni scolastici (30 mesi). Con il nuovo appalto appena affidato dal Comune di Taranto, una ottantina di lavoratrici già impegnate in queste attività passeranno tutte a tre ore lavorative giornaliere. Sette le strutture dell ' ente comunale in cui le operatrici del settore pulizia e sanificazione entreranno ciascuna con un monte ore e un aumento dei parametri contrattuali differenti. Il relativo budget è stato incrementato grazie all ' utilizzo di fondi del bilancio comunale. L ' impegno appena assunto dal Comune è salutato favorevolmente dalla Filcams Cgil e Fisascat Cisl Taranto che hanno firmato l ' altro ieri sera il protocollo tra azienda e sindacati di categoria che sancisce il nuovo corso nelle attività di pulizia e sanificazione avviato nei nidi comunali. «Un segnale di responsabilità etica e sociale», si legge in una nota a firma di Paola Fresi e Luigi Spinzi, rispettivamente segretaria generale della Filcams e segretario provinciale della Fisascat. «Il nuovo corso - aggiungono i sindacalisti - è reso possibile grazie ad un cambio di mentalità da parte dell ' am ministrazione comunale rispetto a opere necessarie e quanto mai indispensabili in questo momento di emergenza sanitaria, ma anche rispetto al diritto a un lavoro e una retribuzione più dignitosa per circa 80 lavoratrici che da quasi 20 anni si occupano di quelle mansioni a stretto contatto con i nostri bambini e il corpo docente». Per gli operatori, gli aumenti in busta paga si aggirano attorno ai 200 euro - spiegano Fresi e Spinzi - con un monte ore giornaliero quasi raddoppiato (da 1ora e 50 a circa 3 ore giornaliere), fino a diventare 18 ore settimanali. «Il settore degli appalti multiservizi ha bisogno di una responsabilità etica e sociale da parte delle istituzioni committenti - dicono ancora i segretari di Filcams e Fisascat - per tale ragione non possiamo che salutare favorevolmente questo impegno assunto dal Comune capoluogo e incitare tutte le stazioni committenti a tener conto del buon lavoro che va reso alla comunità cominciando a rispettare i lavoratori».