scarica l'app
MENU
Chiudi
14/07/2020

SAN POLOL’amministrazione comunale di San Polo d’E…

Gazzetta di Reggio - Da.Al.

SAN POLOL'amministrazione comunale di San Polo d'Enza ha partecipato ai bandi europei gestiti dalla Regione per ottenere contributi nazionali relativi all'efficientamento energetico degli edifici pubblici. Con i fondi finanzierà l'aggiornamento impiantistico del castello con un utilizzo più razionale degli impianti e un notevole risparmio in termini energetici e di spesa.«La parte storica del castello - spiega una nota del Comune - sede del municipio, è stata costruita nei primi anni dell'undicesimo secolo. La rocca è citata nelle cronache di Donizone da Canossa che narra di come l'imperatore Enrico IV nel 1092 vi sostò prima dello scontro con le truppe di Matilde. Il castello nei secoli successivi subì vari adattamenti e modifiche architettoniche ultima delle quali si realizzò nel 1980 dove il complesso fu sottoposto ad un consolidamento strutturale e restauro conservativo che incluse anche gli impianti di riscaldamento. La tecnologia utilizzata più di 40 anni fa non può garantire gli standard di efficienza energetica e la flessibilità d'utilizzo di una struttura odierna perciò l'amministrazione comunale, di concerto con l'ufficio tecnico, ha partecipato ai bandi europei gestiti dalla Regione per aggiornare gli impianti e così ottenerne un utilizzo più razionale e un notevole risparmio in termini energetici con ricadute positive sulle casse del Comune».L'importo globale delle opere è di 100.000 euro.Sul reperimento di fondi è intervenuto anche il sindaco di San Polo Franco Palù. «Da professionista del settore, mi è subito stato chiaro che l'attuale configurazione impiantistica non permette il riscaldamento separato di parti dell'immobile (la sede è un tutt'uno, ndr) per questo motivo, nel periodo invernale, la biblioteca ed altri ambienti di rappresentanza non erano quasi mai utilizzati la sera o nel weekend, perché sarebbe stato necessario riscaldare tutta la sede comunale con un ingiustificato dispendio energetico. La revisione impiantistica che stiamo attuando, proprio grazie all'evoluzione tecnologica, consentirà la parzializzazione del riscaldamento ai singoli locali, una rete di valvole di zona e termostati interconnessi ad intelligenza distribuita amplieranno la fruibilità degli spazi comunali e garantiranno il risparmio energetico massimo». -- Da.Al.© RIPRODUZIONE RISERVATA