scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/08/2021

San Felice, il posto barca non sarà più un miraggio

Brescia Oggi

LA SVOLTA L'iniziativa andrà ad accorciare le liste di attesa dei diportisti del Golfo di Salò
Il Demanio affida alla gestione pubblica la darsena di Porto Portese A disposizione 82 attracchi assegnati con la modalità della lotteria
Una boccata di ossigeno per i diportisti dell'alto Garda alle prese con una vera e propria caccia al tesoro per garantirsi un attracco. L'Autorità di bacino di Salò ha pubblicato all'albo pretorio e sul sito istituzionale un nuovo bando di assegnazione ormeggi in area portuale. Si tratta del Porto Portese Ovest, chiamato così perché collocato a fianco dell'attuale scalo nautico regionale della frazione del Comune di San Felice, affidato già da anni alla gestione diretta del Demanio. Il porticciolo da tempo è in concessione al Comune che lo ha destinato a porto turistico. Con l'approssimarsi della scadenza della concessione fissata per il prossimo 30 ottobre, il demanio di Salò in linea con le richieste dell'Amministrazione comunale ha valutato favorevolmente il passaggio ad una sua gestione pubblica, tenuto conto che le domande di posti barca per questa zona sono sempre numerose e che il limitrofo porto regionale vede una lunga lista d'attesa.Il bando prevede l'assegnazione di 82 nuovi posti barca, individuati sulla base del Piano del Porto varato dall'autorità di bacino, che tra l'altro ha già inoltrato a Regione la richiesta di gestione diretta del porto, funzione che già assolve per altre 30 aree portuali suddivise in 17 Comuni del Garda bresciano e del lago d'Idro. Per partecipare al bando sarà necessario presentare la richiesta a decorrere dal 17 agosto al 30 settembre 2021. Nota niente affatto marginale: le istanze presentate prima o dopo queste date saranno escluse. Seguirà poi la procedura di pubblica di assegnazione mediante sorteggio, qualora le domande presentate siano superiori al numero di posti barca disponibili. Possono partecipare al bando i privati, gli enti e le associazioni o società sportive dilettantistiche, escludendo le attività professionali, commerciali di qualsiasi genere. «Una scelta questa - afferma il direttore dell'Autorità di Bacino Fausta Tonni - dettata dalla volontà di rispondere soprattutto al principio di una fruizione pubblica dell'area». A procedure concluse, i nuovi assegnatari potranno usufruire dei posti ottenuti a decorrere dal primo gennaio 2022 e sino al 31 dicembre 2026. Gli esclusi saranno come tradizione, inseriti in una lista d'attesa che resterà valida sino alla scadenza del bando. Il bando e la documentazione necessaria a presentare domanda sono scaricabili dall'Albo Pretorio e dal sito istituzionale dell'autorità di bacino www.consorziogardaidro.it e dall'albo pretorio telematico del Comune di San Felice. Il nuovo serbatoio di attracchi avrà ricadute positive anche dal punto di vista dell'appeal turistico della zona frequentata da diportisti e proprietari di motoscafi..