scarica l'app
MENU
Chiudi
28/11/2019

SALZANO Nuova gara d’appalto per il servizio mensa…

Il Gazzettino

SALZANO
Nuova gara d'appalto per il servizio mensa nelle scuole, pubblicato il bando che prevede importanti novità nella gestione del servizio. A cominciare dalla qualità del cibo che sarà servito agli alunni: «Ci sarà - spiega l'assessore all'Istruzione Luna Vergerio - un minor impatto ambientale, maggior praticità nella gestione dei buoni e alimenti di qualità. Tutto con un occhio anche all'aspetto economico».
Per ridurre l'utilizzo della plastica è stato infatti chiesto alla società che avrà in appalto il servizio di fornire stoviglie, posateria e bicchieri riutilizzabili e lavabili in lavastoviglie. Altra novità è che i buoni mensa non saranno più cartacei ma elettronici: verrà infatti messo a disposizione un portale che registrerà le presenze e assenze degli alunni e consentirà la gestione dei pagamenti da parte dei genitori. Per introdurre gradualmente la novità, senza disagi immediati, i buoni mensa elettronici entreranno in vigore a partire dall'anno scolastico 2020-2021.
Infine l'appalto prevede l'introduzione di requisiti minimi per il cibo servito ai bambini: oltre a rispettare le norme in vigore è previsto, a titolo di esempio, che almeno il 40% della frutta, verdura, legumi, cereali e loro derivati debba essere di origine biologica, almeno il 15% della carne da produzione biologica e almeno il 20% del pesce da acquacultura biologica. Questi sono i valori minimi, l'appalto prevede infatti un punteggio superiore per le ditte che sapranno garantire una percentuale più alta di materie prime bio. Bonus anche per chi potrà garantire prodotti a marchio Igp, Dop e Stg. «I requisiti richiesti alle ditte - conclude Vergerio - possono garantire la qualità necessaria per i prodotti da servire ai nostri alunni coniugando qualità del cibo a un tema importantissimo come quello della salvaguardia dell'ambiente. Sento di dover ringraziare i genitori che fanno parte del comitato mensa, con i quali continuiamo a lavorare e a scambiarci idee e suggerimenti». (f.deg)