MENU
Chiudi
31/08/2018

Salvini: «Le opere si fanno. E a Venezia darò poteri speciali»

Corriere del Veneto

Lo scontro Il vicepremier prende le distanze dai 5 Stelle
«Pedemontana e Porto, garantisco io»
«Non ci hanno votati per bloccare tutto, per fermare le opere ma per realizzare la nostra idea di crescita, di sviluppo, di futuro. Non esiste la "decrescita felice" ma solo la "crescita felice", semplificando se necessario e infatti metteremo mano al codice degli appalti». A Venezia per firmare il protocollo legalità sulla Pedemontana, (contestato dai no global) il vicepremier leghista Matteo Salvini prende le distanze dal «muro» dei 5 Stelle sulle grandi opere. E proprio su Pedemontana e Porto di Venezia, Salvini assicura: «Garantisco io». Non solo. Per Venezia annuncia «poteri speciali». VENEZIA a pagina 2

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore