scarica l'app
MENU
Chiudi
02/06/2019

Salini: «Entro l’estate affidati i lavori per 32 alloggi»

Il Centro

CASE ATER
TERAMO Tra i temi caldi affrontati ieri in piazza non poteva mancare la questione delle case Ater, che rappresentano la fetta maggiore di abitazioni danneggiate dal sisma: 597 alloggi, di cui 121 classificati E. «Se le case popolari sono state le più colpite e danneggiate dal sisma e la ricostruzione non parte», hanno chiesto i terremotati al commissario Ater Nicola Salini , «come intenderà comportarsi?». Una risposta alla quale Salini ha risposto illustrando numeri e, in un caso, anche il cronoprogramma dell'intervento. «Quando mi sono insediato, un anno fa, ho trovato zero pratiche presentate per la ricostruzione delle vostre case», ha detto Salini, «ho preso un impegno e ho portato all'Usr tutti i 67 progetti dei 597 alloggi colpiti dal sisma. Attualmente sono 30 i progetti per i quali abbiamo ottenuto il nulla osta». Le tempistiche, ha sottolineato, sono comunque lunghe e sono quelle dettate dal codice degli appalti. «Noi non stiamo perdendo tempo», ha concluso, «ci stanno consegnando il progetto ultimato per via Gelasio Adamoli 48, una palazzina di 32 alloggi con 150 persone, e l'affidamento dei lavori dovrebbe avvenire entro l'estate. I progettisti ci parlano di tempi, per i lavori, di un anno mezzo. Quindi tra fine 2020 e inizi del 2021potremmo aver i primi rientri».