scarica l'app
MENU
Chiudi
26/09/2020

Sala Eden e chiosco al Cinghialino Pubblicato il bando per la gestione

Il Tirreno - Enrico Pizzi

grosseto
Enrico Pizzi / grossetoIl 29 ottobre prossimo potrebbe essere aggiudicata la concessione della Sala Eden e del chiosco che si trova sul Bastione Mulino a Vento, più conosciuto come "bastione del cinghialino".Il Comune di Grosseto ha pubblicato il bando di gara che fissa alle 12 del 27 ottobre la scadenza per la presentazione delle offerte. Il 29 ottobre, alle 10, o nel palazzo comunale in piazza Duomo, o negli uffici di via Ginori, si apriranno i plichi eventualmente pervenuti e la commissione potrà valutare le offerte. Il bando fissa in 12 anni la durata della concessione e stabilisce che sarà possibile rinnovarla per altri 12 su richiesta del concessionario.Si tratta di una concessione unica, per i due immobili; il concessionario dovrà gestire direttamente sia l'Eden che il chiosco e non potrà subconcedere gli immobili né cedere il contratto di concessione. Il canone è di 19mila euro più Iva (12mila per l'Eden e 7mila per il chiosco) e sono previste solo offerte in aumento. Inoltre il bando stabilisce che il canone annuale offerto dal concessionario per l'Eden sarà incrementato del 30% e dal quarto anno di concessione e fino al 12° anno. In caso di rinnovo, il canone sarà incrementato di un ulteriore 30%.Alla gara possono partecipare imprese individuali, società commerciali, società cooperative, consorzi, associazioni temporanee di scopo, associazioni temporanee d'impresa, già costituiti o da costituire, enti, associazioni e fondazioni. Nella busta con la domanda di partecipazione dovranno essere inserite altre due buste, una con l'offerta tecnica e una con l'offerta economica. Alla prima saranno attribuiti fino a 70 punti, alla seconda fino a 30.Riguardo all'offerta tecnica, la commissione giudicatrice valuterà il progetto di impresa, i suoi aspetti finanziari e di fattibilità, valuterà quanto la somministrazione di alimenti e bevande sarà basata sull'utilizzo di prodotti a filiera corta, se e quanto le attività di intrattenimento, di spettacolo, gli eventi e le iniziative culturali possano costituire occasione di socializzazione, sia per la comunità che per i turisti, e siano in grado di valorizzare il circuito delle Mura Medicee per tutto l'anno; saranno valutate anche la presentazione di un programma pubblicitario di eventi, la presentazione di un progetto di valorizzazione delle potenzialità professionali presenti nel territorio, la previsione e attuazione di progetti di inserimenti socioterapeutici o di persone svantaggiate, la presentazione di un progetto di attività in sinergia con soggetti pubblici e privati. Infine, il Comune si riserva la Sala Eden per almeno 20 giorni, per attività istituzionali, con costi a carico del concessionario. --