scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/03/2021

Saint-Marcel dice sì al bando nazionale “Educare in Comune”

La Stampa - C. P.

il consiglio
Il Comune di St-Marcel ha aderito al bando nazionale Educare in Comune, del dipartimento per le politiche della famiglia. A illustrare i dettagli del progetto, durante lo scorso consiglio comunale, è stato il sindaco Andrea Bionaz. Il bando ha come obiettivo quello di contrastare la povertà educativa e l'esclusione dei bambini, soprattutto in questo momento sociale di emergenza Covid-19, che ha acuito le disuguaglianze, le fragilità e i divari socioeconomici. Le amministrazioni che partecipano al bando dovranno portare sui loro territori progetti sociali e culturali, ma soprattutto i protagonisti dovranno essere i ragazzi e le loro famiglie. Il progetto sarà portato avanti con i Comuni di Fénis e Nus, in collaborazione con la Cittadella dei giovani. L'assessore Paolo Blanc ha sottolineato come il percorso «sarà articolato in laboratori gratuiti di arte: in particolare di teatro a St-Marcel, di musica a Fénis e di arte, immagine e fotografia a Nus. I ragazzi si muoveranno sui tre Comuni per partecipare ai vari eventi che verranno realizzati» . Durante i lavori dell'assemblea sono state anche approvate le convenzioni attuative, con Fénis e Nus, che riguarderanno: l'organizzazione generale dell'amministrazione comunale e del servizio di segreteria; la gestione finanziaria e contabile; l'edilizia pubblica e privata oltre che la pianificazione urbanistica e la manutenzione dei beni immobili comunali; la polizia locale e i servizi di biblioteca. Le spese saranno suddivise sui tre comuni: St-Marcel per il 28 per cento, Fénis il 31 per cento e il restante 41 per cento spetterà a Nus. - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Il sindaco Andrea Bionaz